Roma, 16 gennaio 2021 - Lieve crescita nei contagi del Coronavirus in Italia. Lo rivela il bollettino odierno del ministero della Salute, mentre entra in vigore il nuovo Dpcm (le regole resteranno in vigore fino al 5 marzo) e molte regioni cambiano colore. Intanto la Pfizer prova a rassicurare l'Unione europea dopo l'annuncio di una riduzione delle consegne del vaccino sviluppato con la BioNTech e annuncia un "piano" per aumentare la produzione del siero e limitare i ritardi della consegna a una settimana. Salgono invece a 291 i medici deceduti in Italia dall'inizio della pandemia di Covid a seguito della morte di altri due dottori (Costantino Ciavarella, sindaco e medico di medicina generale di San Nicandro Garganico, e Giuseppe De Vita, di Trebisacce, medico del Servizio di emergenza territoriale 118). E preoccupa la variante brasiliana del virus, tanto che il ministro Roberto Speranza ha imposto lo stop ai voli provenineti dal Paese sudamericano.

Zona rossa Lombardia, Sicilia, Bolzano: le regole

Vaccinati Covid, i dati in tempo reale

Il bollettino del 16 gennaio

Sono 16.310 i nuovi casi di Coronavirus a fronte di oltre 260.704 tamponi (da ieri vengono compresi nel computo anche i test antigenici rapidi). Il tasso di positività sale così al 6,3% (+0,4%). Ieri i casi erano stati 16.146 e i tamponi complessivi 273.506. I morti nelle 24 ore sono 475 (ieri 477), per un totale di 81.800 vittime da inizio epidemia. Ancora in calo i ricoveri, anche se contenuto: le terapie intensive sono 2 in meno (ieri -35), con 170 ingressi del giorno, e sono 2.520 in totale. Mentre i ricoveri ordinari sono 57 in meno (ieri -269) e scendono a 22.784. 

La regione con più casi è la Lombardia (+2.134), seguita da Sicilia (+1.954), Veneto (+1.929), Emilia Romagna (+1.674) e Lazio (+1.282). Il totale dei contagiati sale  a 2.368.733. I guariti sono 16.186 (ieri 18.979), per un totale di 1.729.216. Ancora in calo il numero degli attualmente positivi, oggi -351 (ieri -3.312), che sono ora 557.717. Di questi, 532.413 pazienti sono in isolamento domiciliare, 292 meno di ieri. 

La tabella con tutti i numeri

Dpcm 16 gennaio, si può andare nelle seconde case

Dati dalle regioni / Lombardia

Oggi in Lombardia si sono registrati 2.134 casi di Coronavirus e 78 morti. In totale, dall'inizio dell'epidemia, il numero di vittime sale a 26.172. Sono stati processati 35.317 tamponi (di cui 26.717 molecolari e 8.601 antigenici), con un rapporto rispetto ai contagi del 6%. Dei nuovi positivi, 156 sono 'debolmente positivi'; i guariti/dimessi sono 1.212 (totale complessivo: 428.393, di cui 4.011 dimessi e 424.382 guariti). I pazienti covid in terapia intensiva sono 454 (-12), mentre i ricoverati 3.664 (+63). Ieri, a fronte di 26.535 tamponi, c'erano stati 2.205 contagi e 68 morti.

Sicilia

Sono 1.954 i nuovi casi Covid in Sicilia, che è seconda in Italia per incremento di contagiati. Un significativo aumento, in linea con quello dell'ultimo periodo che ha determinato la decisione di istituire la zona rossa per due settimane a partire dalla mezzanotte. Il totale degli attuali positivi è di 45.452: 1.406 ricoverati con sintomi, 212 in terapie intensiva (16 di oggi), 2 in più di ieri, 3 43.384 in isolamento domiciliare. Sono 2.954 i deceduti, 38 in piu'. I casi totali sono 119.290, i dimessi guariti 70.884 (+1.509). L'incremento dei tamponi processati è pari a 25.097. 

Veneto

In Veneto, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 1.929 nuovi casi di Coronavirus (il numero complessivo sale 296.803) e 73 morti (7.932 il totale). Aumentano di 8 unità i pazienti in terapia intensiva (357 il totale), mentre calano i ricoveri negli altri reparti Covid che ora sono 2.733 (-88). Gli attulamente positivi in regione sono 72.371 (-2.987).

Emilia Romagna

Sono 1.674 i nuovi casi di positività identificati in Emilia Romagna su un totale di 20.812 tamponi (15.172 molecolari e 5.640 antigenici rapidi) eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi è dell'8%, mentre i contagi totali superano così quota 200mila (precisamente sono 200.552). E si registrano anche altri 48 decessi, per un totale, dall'inizio dell'epidemia, di 8.705 vittime. Le persone complessivamente guarite, sono 1.856 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 136.567. I casi attivi sono 55.280 (-230 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 52.541 (-227), il 95% del totale dei casi attivi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 231 (invariati rispetto a ieri), 2.508 quelli negli altri reparti Covid (-3).

Lazio

In Lazio, su oltre 12mila tamponi (+498) e oltre 17mila antigenici, si registrano 1.282 casi positivi (-112), 36 morti e 1.625 guariti. Diminuiscono i casi e le terapie intensive e sono stabili i decessi, mentre aumentano i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%. "Ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende a 4%", sottolinea  l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. I casi a Roma città sono a quota 600. 

Campania

In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 1.132 positivi al Coronavirus, di cui 1 casi identificato da test antigenico rapido, 1.488 guariti e 23 decessi. Gli asintomatici sono 1.037 e i sintomatici 94, riferiti ai soli positivi al tampone molecolare. Il totale dei contagi da Covid-19, da inizio pandemia, sale a 206.128 (di cui 74 antigenici), i morti sono 3.358 e le guarigioni 130.216. I tamponi processati complessivamente 2.223. 216, di cui 14.611 eseguiti ieri, dei quali 1.364 antigenici.  Il report posti letto su base regionale riporta 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 97 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 1.432 occupati.

Puglia

Oggi in Puglia, a fronte di 10.600 test per l'infezione da Covid-19, sono stati registrati 1.123 casi positivi, di cui 406 in provincia di Bari e 239 in provincia di Taranto. Sono stati inoltre registrati 15 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.174.161 test, 49.692 sono i pazienti guariti e 56.003 sono i casi attualmente positivi.

Piemonte 

Sono 1.056 nuovi casi di Coronavirus segnalati in Piemonte, pari al 4,3% dei 24.375 tamponi eseguiti, di cui 15.040 antigenici. Dei 1.056 nuovi casi gli asintomatici sono 423 (40%). Il totale dei casi positivi diventa quindi 216.293. I ricoverati in terapia intensiva sono 162 (-1 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2464 (-58 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 12.471. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.235.510 (+24.375 rispetto a ieri), di cui 974.607 risultati negativi. Infine sono 62 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 7.157 tamponi molecolari sono stati rilevati 663 nuovi contagi ai quali si aggiungono 8 casi già risultati positivi al tampone antigenico nei giorni scorsi e confermati da test molecolare, con una percentuale di positività del 9,38%. Sono inoltre 2.024 i test rapidi antigenici realizzati dai quali sono stati rilevati 199 nuovi casi (9,83%). I decessi registrati sono 32, ai quali si aggiungono 3 morti pregresse afferenti al periodo tra il 14 dicembre 2020 e il 10 gennaio 2021. I ricoveri nelle terapie intensive calano a 66 e quelli in altri reparti scendono a 682. 

Marche

Nelle Marche sono stati individuati nelle ultime 24 ore 467 casi di 'Covid-19', il 29% rispetto ai 1.611 tamponi processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi; il giorno precedente, i positivi erano stati 571, il 28,6% rispetto ai 1.993 test effettuati. Il totale dei positivi dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 49.671. Sono infine 11 le persone decedute nelle ultime 24 ore: il totale delle vittime da inizio pandemia nella regione si porta a 1.783.

Toscana

Sono 436, su 9.354 tamponi molecolari e 5.172 test rapidi, i nuovi casi di Coronavirus registrati in Toscana nelle ultime 24 ore. Il totale in regione sale così a quota 127.446.  Oggi si registrano 17 nuovi decessi: 5 uomini e 12 donne (i morti totali sono ora 3.957). I ricoverati nei posti letto dedicati ai pazienti Covid sono complessivamente 831 (13 in meno rispetto a ieri, meno 1,5%), 125 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 3,1%). Complessivamente, 7.808 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (54 in più rispetto a ieri, più 0,7%). Le persone complessivamente guarite sono 114.850 (378 in più rispetto a ieri, più 0,3%): 439 nelle ultime 24 ore.

Le altre regioni

Riprende a salire la curva dei contagi in Sardegna: i nuovi casi sono 368 (complessivamente il numero sale a 35.572), mentre i decessi sono 10 (898 in tutto). In Valle d'Aosta si sono registrati altri 21 positivi e un morto. 

Boom di contagi nelle carceri

E si registra un'impennata di casi Covid-19 nelle carceri milanesi: in una settimana sono cresciuti del triplo mentre  in tutta l'Italia sono aumentati del 25%, secondo ultimi dati comunicati dal Dap ai sindacati della polizia penitenziaria. In tutto il Paese i detenuti positivi sono 718 (681 asintomatici, 11 con sintomi e 26 ricoverati): 228 nella sola Lombardia. La seconda regione per numero di contagi è il Lazio, quasi tutti concentrati nei penitenziari romani. A Rebibbia sono 54 i positivi, 35 a Regina Coeli. Sessanta i casi in Veneto (37 a Vicenza e 23 a Venezia). Gli altri focolai di maggiore entità sono a Sulmona (53 detenuti), a Napoli nel carcere di Secondigliano (40), a Palermo nel penitenziario di Lorusso (40) e a Lanciano (29). In tutta Italia i poliziotti penitenziari contagiati sono 640. Sommati al personale (61) portano a 701 il totale dei positivi nell'amministrazione penitenziaria.