Serena Williams (Ansa)
Serena Williams (Ansa)

Wimbledon, 11 luglio 2019 – Serena Williams è vicina al record di 24 slam vinti. La tennista americana ha conquistato la sua undicesima finale a Wimbledon dopo aver battuto Barbora Strycova per 6-1, 6-2 e sabato affronterà Halep per raggiungere Margaret Court a quota 24 titoli del grande slam.

POTENZA DEVASTANTE - La potenza da fondo campo di Serena contro il serve and volley della Strycova, è un confronto di stili in cui la numero 54 del mondo prova a variare rotazioni ed effetti per non mettere in ritmo l’americana. Ma Serena ci mette poco ad adattarsi e già al quarto game, sul 2-1 per lei, conquista la prima palla break della partita, trasformata con un passante stretto di diritto da applausi. In un amen la Williams sale 4-1. Nel game successivo Serena trova un millimetrico passante di rovescio per un’altra palla break che la porta con facilità sul 5-1. Dopo 27 minuti il primo set finisce nelle mani della Williams per 6-1.

STRYCOVA SI INCHINA - Nel secondo parziale Strycova resiste fino al 2-2, poi al quinto game concede palla break con un doppio fallo frutto della pressione in risposta messa da Serena. Il punto successivo è un serve and volley fallito, Serena sale 3-2 e servizio, confermato al game successivo per il 4-2 che sembra indirizzare set e partita. Dall’altra parte Strycova non ha molte armi per mettere in difficoltà Serena, è meno potente e sull’erba le mattonate dell’avversaria sono ganci destri che stenderebbero un toro: arriva un altro break e 5-2. Non c’è altro da segnalare, Williams chiude 6-1, 6-2 in un'ora di gioco e conquista la sua undicesima finale a Wimbledon (7 titoli) con l’obiettivo di raggiungere il record di 24 slam vinti in carriera. La storia è ad un passo.