Gol da calcio d'angolo di Cuadrado (Ansa)
Gol da calcio d'angolo di Cuadrado (Ansa)

Torino, 5 dicembre 2021 - La Juventus non sbaglia e contro il Genoa conquista la quarta vittoria nelle ultime cinque uscite di campionato. Finisce 2-0 all'Allianz Stadium, con il match che viene sbloccato dopo nove minuti dalla perla di Cuadrado, a segno direttamente da calcio d'angolo. I bianconeri attaccano con insistenza, ma sbattono più volte contro il muro eretto da Sirigu. Sirigu che però deve capitolare nella ripresa in occasione del mancino di Dybala, ancora in rete dopo Salerno. La Vecchia Signora sale così in quinta posizione in classifica, restando a -7 dalla zona Champions League. Il Grifone, tartassato dagli infortuni, si conferma invece al terzultimo posto. 

Rivivi la diretta

Serie A, il calendario  - Classifica

Cuadrado "olimpico"

Allegri ripropone il 4-2-3-1 visto a Salerno, con Morata unica novità dal primo minuto. Dall'altra parte è emergenza totale per Shevchenko, che in avanti si affida alla coppia composta da Bianchi ed Ekuban. E' una partenza aggressiva quella della Vecchia Signora, che viene immediatamente premiata al 9'. E' l'invenzione di un singolo a sbloccare il risultato: Cuadrado disegna direttamente da calcio d'angolo una traiettoria straordinaria che beffa Sirigu. Gol "olimpico" per il colombiano e strada in discesa per i bianconeri. Anche perché il Grifone non riesce nemmeno ad avvicinarsi alla porta avversaria. Lo fa invece Bernardeschi, che chiama all'intervento Sirigu. Il portiere ex Palermo è assoluto protagonista al 36', quando respinge il colpo di testa ravvicinato di de Ligt, per poi bloccare il successivo tocco di Morata. La sfida fra l'estremo difensore e lo spagnolo si ripropone al 45', ed è ancora Sirigu ad avere la meglio. 

La chiude Dybala 

Le chances per il raddoppio juventino fioccano anche in apertura di ripresa. Al 50' Dybala spedisce la palla alta di un soffio, mentre due minuti dopo Sirigu si esalta nuovamente su Morata. Il numero 57 del Genoa è ancora clamoroso in uscita su Dybala al 65'. Il Genoa deve ereggere una statua al proprio portiere, che lo tiene in partita. Con il trascorrere dei minuti la pressione offensiva della Vecchia Signora si allenta, ma basta un attimo ai locali per riaccendersi. Succede all'82', quando Dybala entra in area e da posizione defilata trafigge Sirigu, che stavolta non può nulla. E' il gol che stende definitivamente i rossoblù e che consente alla squadra di Allegri di conquistare il secondo successo consecutivo dopo quello con la Salernitana. 

Tabellino

Juventus (4-2-3-1): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Pellegrini (1' st Alex Sandro); Bentancur, Locatelli; Kulusevski, Dybala (44' st Kaio Jorge), Bernardeschi (38' st Rabiot); Morata (28' st Kean) (23 Pinsoglio, 53 Raina, 5 Arthur, 19 Bonucci, 24 Rugani, 45 De Winter, 46 Soule). All. Allegri. 

Genoa (3-5-2): Sirigu; Biraschi, Bani (28' st Vanheusden), Vasquez; Ghiglione, Behrami (14' st Galdames), Hernani, Toure (14' st Portanova), Cambiaso (40' st Melegoni); Ekuban, Bianchi (1' st Pandev) (1 Semper, 22 Marchetti, 2 Sabelli, 5 Masiello, 44 Buksa, 66 Serpe). All. Shevchenko. 

Arbitro: Chiffi di Padova. 

Reti: nel pt 9' Cuadrado, nel st 37' Dybala. Angoli: 5-1 per la Juventus. Recupero: 0' e 3'. Ammoniti: Pellegrini, Cambiaso, Morata, Kean per gioco falloso. Spettatori: 18.458. 
 

Leggi anche: Samp-Lazio 1-3