Serie A, Juventus-Milan (Ansa)
Serie A, Juventus-Milan (Ansa)

Torino, 19 settembre 2021 - La Juventus deve rinviare l'appuntamento con la prima vittoria in campionato. Il Milan vede la sua striscia di successi interrompersi, ma può esultare per un pareggio estremamente prezioso. Il Sunday Night della quarta giornata di A si chiude sull'1-1 per vie delle marcature di Morata e di Rebic. Il vantaggio dei bianconeri timbrato dallo spagnolo dopo appena 4' viene ripreso dal gol al 76' del croato, che permette al Diavolo di mantenersi in vetta alla classifica, seppur in coabitazione con l'Inter. Classifica che continua a pingere per la Signora, che attualmente occupa il terzultimo posto con appena due punti. 

Subito Morata

Allegri ripropone la stessa formazione vista a Malmoe, fatta eccezione per il cambio fra Chiellini e de Ligt. Nel Milan sono pesanti le assenze (Calabria, Giroud e Ibrahimovic), ma quantomeno Pioli può contare su Maignan, in dubbio a causa di un problema alla mano. Per il tecnico rossonero l'unica novità rispetto a Liverpool è Romagnoli al centro della difesa, con Tomori al posto di Calabria. Bastano quattro minuti per la prima emozione della sfida: su un calcio d'angolo in proprio favore, il Diavolo si fa cogliere impreparato dalla ripartenza della Juventus, che con due tocchi di Alex Sandro e Dybala si presenta davanti a Maignan con Morata, che non perdona il portiere avversario. 

Juve in controllo

Gli ospiti tentano subito di reagire, ma la Signora non concede varchi. Attenta e concentrata la squadra di Allegri, che al 16' si fa nuovamente vedere dalle parti dell'area rossonera: il cross di Alex Sandro trova il tocco ravvicinato di Morata, sul quale è puntuale Maignan. L'estremo difensore del Milan è costretto nuovamente a sporcarsi i guantoni due minuti più tardi, quando Dybala lo impegna con un tiro insidioso da fuori area. Gli ospiti non pungono in fase offensiva, Madama è quadrata e per assistere a una conclusione degna di nota dei ragazzi di Pioli bisogna attendere il 42', con il destro di Tonali che si spegne sul fondo. All'intervallo siamo 1-0 per i piemontesi.

Rebic la riprende

Anche in apertura di secondo tempo le chances più pericolose capitano ai padroni di casa: al 49' Bonucci lancia Rabiot che calcia al volo ma senza inquadrare la porta. Il Milan continua a risultare sterile in attacco nonostante il maggior possesso palla. Quando si avvicina all'area avversaria infatti il Diavolo non riesce a sfondare e anche la mira da fuori non è felice. Al 74' occasione Juve con Danilo, sul cui destro è sicura la risposta di Maignan. Non può invece nulla Szczesny al 76': sul corner battuto da Tonali, Rebic anticipa tutti di testa e firma il pareggio. Il Diavolo prende coraggio e all'82' spaventa i bianconeri con un sinistro di Rebic. Anche Kean ha sui piedi il gol del raddoppio, ma centra il bersaglio grosso. Serve invece una super parata all'86' di Szczesny per negare la rete a Kalulu. Le due squadre provano fin da ultimo a vincere, ma il risultato non cambia più. 

Leggi anche: Verona-Roma 3-2, la cronaca