Volley maschile: Italia campione d'Europa (Ansa)
Volley maschile: Italia campione d'Europa (Ansa)

Katowice, 19 settembre 2021 – L’Italia del volley rinasce dopo una Olimpiade difficile. Dopo le ragazze di Mazzanti, anche i ragazzi di De Giorgi salgono sul tetto d’Europa al termine di una finale tortuosa e complicata contro la Slovenia battuta solo al tiebreak, e in rimonta, per 25-22, 20-25, 25-20, 20-25, 11-15. Fefè De Giorgi vince subito un trofeo alla prima esperienza da ct dell’Italia.

Italia-Slovenia, rivivi la diretta

Slovenia sugli scudi

Partita molto difficile e sempre a inseguire, anche con tratti di scoramento. Slovenia subito avanti 10-6 ne primo set, con l’Italia in difficoltà in ricezione: azzurri rigidi, con un po’ di tensione giovanile per un impegno importante. La finale pesa mentre la Slovenia è più leggera e il parziale si dilata fino al 15-10. Il set è compromesso, la Slovenia vola 19-14 con un errore di Lavia e ha la porta spalancata verso il primo vantaggio. L’Italia ha un sussulto e torna a meno uno, ma gli sloveni chiudono con un ace: 25-22. Parte meglio l’Italia nel secondo, la battuta funziona, la ricezione anche: 4-1. La Slovenia è comunque un osso duro, Ropret dirige e organizza bene, Urnaut e Cebulj chiudono: 10-11. Italia si fa di nuovo agitata, imprecisa, sia in attacco che a muro, fondamentale che aveva portato gli azzurri fino a qui. De Giorgi si appoggia alla battuta di Pinali per il controsorpasso e lo schiacciatore risponde presente: 16-13. L’Italia regge la reazione slovena, Lavia trova la via giusta – Lucchetta docet – Michieletto e Pinali e le corrette traiettorie: 22-25 e 1-1. Terzo parziale di nuovo complicato. Si parte punto a punto fino all’8-8, poi gli sloveni accelerano al servizio e scappano 11-8 con una Italia che dà sempre l’impressione di non essere pienamente in bolla. Gli sloveni hanno una marcia in più e volano 17-12, ma l’Italia reagisce e trova la parità a quota 20. Tuttavia, un ace di Stern e un muro Cebulj premiano la Slovenia che chiude 25-20.

Romanò cambia la partita

Il quarto parziale non migliora inizialmente per l’Italia, la Slovenia mura e non consente il cambio palla, in attacco Stern è preciso e si mette male: 4-1. Gli uomini di De Giorgi sono costretti ad inseguire ma riescono ad impattare, pur con fatica e con una Slovenia abile in difesa. Il sorpasso è firmato Lavia con un ace che dà vita ad un buon parziale azzurro fino al 17-13, con l’apporto anche del neo entrato Romanò. L’Italia ritrova se stessa, è tiebreak. Il problema dell’Italia è che la Slovenia parte spietata con Stern al servizio e va 3-0, ma c'è un Romanò superlativo ed è subito 3-3. Non solo, tocca poi a Michieletto salire in cattedra, un pallonetto e tre battute: 11-7. Gli azzurri volano, difendono, sporcano e contrattaccano, arrivano quattro match point sul 14-10. Giannelli mette giù l’ultimo punto, ma l’arbitro chiama invasione (che non c’è), si va avanti. E’ Cebulj, con una battuta lunga, a regalare il successo. Italia del volley di nuovo sul tetto d’Europa, stavolta tocca ai maschi. Mai era successo che uomini e donne vincessero nello stesso anno. Festa grande.

Palazzo Chigi

"La #pallavolo europea parla italiano! Dopo il successo delle nostre ragazze, il trionfo degli azzurri che oggi hanno mostrato grande cuore, carattere e determinazione. Siamo Campioni d'Europa Federvolley #EuroVolleyM #ItaliaSlovenia". Così, in un tweet, la presidenza del Consiglio del governo italiano saluta la vittoria agli Europei della Nazionale di pallavolo italiana.