Bagarre durante l'assemblea dell'Ordine dei medici a Roma
Bagarre durante l'assemblea dell'Ordine dei medici a Roma

Roma, 19 dicembre 2021 - Medici no-vax interrompono l'assemblea dell'Ordine in corso a Roma oggi 19 dicembre, ecco cosa è successo: una cinquantina di sanitari ha protestato durante l'incontro, che si stava svolgendo all'hotel Villa Palace nella Capitale, contro l'obbligatorietà del vaccino e la sospensione dei sanitari non vaccinati, che viene fatta su segnalazione delle Asl. I contestatori anti vaccino hanno accusato il consiglio dell'Ordine dei medici di "non aver sospeso chi era moroso e invece di aver sospeso i medici che non si sono vaccinati". Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri, per ristabilire l’ordine. Sono volati insulti e qualche spintone. I “no-vax” hanno urlato “vergogna” e “mafiosi”.  L'assemblea, inizialmente riunita per discutere dell'approvazione del bilancio, è stata così rinviata.

Zona arancione, Rasi: "Vicina". Anestesisti: "Terapie intensive verso +70%"

L'Ordine dei medici: "Atteggiamento strumentale" 

“Questo atteggiamento strumentale di una minoranza ha di fatto impedito il normale svolgimento dell'assemblea - si legge in una nota dell'Omceo (l’ordine provinciale di Roma dei medici Chirurghi e Odontoiatri) -.  I manifestanti in maniera intimidatoria hanno boicottato i lavori cominciando ad urlare 'Vergogna, vergogna'. La situazione è degenerata, al presidente Antonio Magi è stato di fatto impedito di prendere la parola e così anche agli altri medici che si erano iscritti per parlare. Le forze dell'ordine sono prontamente intervenute e l'assemblea è stata dunque interrotta".

Amareggiato il presidente Antonio Magi apre al confronto: "Mi dispiace come medico e presidente dei medici assistere a queste manifestazioni di degenerazione della categoria. In questi mesi ho sempre cercato il dialogo con chi non la pensa come me. Credo che però la situazione sia sfuggendo di mano un po’ a tutti. Continuo a chiedere e a sperare in un azione che in questo grave momento di pandemia tuteli la salute di tutti i cittadini. Seppur amareggiato per quanto accaduto stamattina ribadisco che l’Ordine resta aperto ad ascoltare la istanze di tutti i suoi iscritti, nessuno escluso", commenta Magi.

Sulla vicenda interviene anche Filippo Anelli, presidente di Fnomceo (a Federazione nazionale degli Ordini dei Medici): "Solidarietà al presidente Antonio Magi e a tutto il Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Medici di Roma. Inaccettabile, e intollerabile nei tempi e nei modi, la protesta dei medici non vaccinati, che ha impedito il regolare svolgimento dell’annuale assemblea dell’Ordine".

Alla notizia dell'accaduto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha sentito telefonicamente il presidente dell'Ordine dei Medici di Roma Antonio Magi esprimendo  "sostegno e solidarietà"  al presidente oltre che "gratitudine per il lavoro quotidiano svolto a tutela del diritto alla salute".