Roma, 10 ottobre 2021 – Roma è scesa nuovamente in piazza, questa volta però a sostegno della Cgil, finita al centro di attacchi violenti di ieri, poche ore dopo le aggressioni avvenute durante il presidio romano contro il green pass. Presidi in tutta Italia sono stati organizzati oggi davanti alle sedi della Cgil e delle Camere del Lavoro in vista della manifestazione nazionale che si terrà sabato prossimo nella Capitale. E alle 10 di questa mattina, Landini ha convocato una simbolica assemblea generale davanti alla sede di Roma. “Pensano a intimidirci, ma non ci fanno paura”, ha detto il leader della Cgil, Maurizio Landini, parlando ai manifestanti. E Zingaretti ha aggiunto: “Proporrò valori anti-fascisti nello Statuto della Regione Lazio”.

“Le immagini di violenza che abbiamo visto sono inaccettabili, solidarietà alla Cgil. Ribadisco chiaramente che Roma è orgogliosamente antifascista e che per Forza Nuova non ci può essere spazio nella nostra città”, dice la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Landini: “Applicare la Costituzione e sciogliere movimenti fascisti”

"Sono per combattere tutte le violenze, ma vorrei che non venisse sottovalutato quello che è avvenuto attraverso l'assalto alla Cgil. È un fenomeno che non è solo italiano, ma è anche in Europa e quindi c'è il rischio di un risorgere del fascismo che è stato anche un processo storico, capace di avere un consenso di massa laddove si è realizzato mettendo in discussione la democrazia e la libertà delle persone”, sottolinea il leader della Cgil, Maurizio Landini.È importantissima la condanna di quello che è avvenuto e oggi è il momento di fare anche altre cose, di assumere decisioni, applicare la Costituzione e sciogliere movimenti che si richiamano al fascismo e il punto vero è che si riapra una discussione in grado di risolvere i disagi sociali che oggi le persone vivono a partire dal lavoro", conclude Landini.

"Forza Nuova andrebbe sciolta subito – fa sapere la capogruppo del Pd in Senato, Simona Malpezzi – per questo, i gruppi del Partito Democratico presenteranno una mozione al Senato e alla Camera, come dichiarato anche dal collega Emanuele Fiano”. E continua: "Le terribili violenze, con l'assalto alla Cgil e l'assedio alle sedi istituzionali, guidate da pericolosi personaggi dell'estrema destra, impongono iniziative forti e decise. Gli attacchi squadristi e neofascisti di ieri sono inaccettabili e gravissimi: serve una risposta ferma e unita da parte di tutto il Paese'', ha aggiunto la presidente dei senatori del Pd.