Italia News
 TV   FOTO E VIDEO BLOG SERVIZI LAVORO ANNUNCI CASA
IL NODO SICUREZZA

La Russa: "I 3.000 militari
evitano le ronde fatte in casa"

Il ministro della Difesa: "Ci saranno 9.000 persone in più a vigilare sulle nostre città per far sentire che lo Stato c'è, che è più difficile commettere reati. Mi pare un primo, grande risultato"

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Roma, 17 giugno 2008 - I 3.000 militari che saranno impiegati nelle grandi città italiane per la sicurezza al fianco delle forze dell'ordine effettueranno servizi di "pattugliamento, non ronde" Una misura, ha spiegato il ministro della Difesa Ignazio La Russa a 'Viva Voce' su Radio 24, che avrà anche l'effetto di "evitare la tentazione di fare da sè, di farsi le ronde in casa".

 

Oltre ai servizi di pattuglia insieme a poliziotti e carabinieri, i militari ("soprattutto carabinieri") svolgeranno operazioni di vigilanza a "siti e obiettivi sensibili. Il compito della missione 'Vespri Siciliani' viene mantenuto, con l'aggiunta dei pattugliamenti".

 

I militari, comunque, opereranno "sempre congiuntamente con le forze dell'ordine". Se ogni militare andrà di pattuglia insieme a due operatori delle forze di polizia, "ci saranno 9.000 persone in più a vigilare sulle nostre città per far sentire che lo Stato c'è, che è più difficile commettere reati. Mi pare un primo, grande risultato". Si tratta di "un provvedimento-tampone, che non a caso dura un anno" per rispondere alla domanda dei cittadini che "in tutti i sondaggi" chiedono più forze dell'ordine.

 

"Ci vogliono soldi e tempo. Nel frattempo -ha aggiunto La Russa- quello che si poteva fare con gli uomini e le risorse disponibili ho cercato di ottenerlo". In questo senso, "3.000 uomini sono un messaggio preciso".

  • 17/06/2008 11:48
    inqbo
    bene, anche solo per l'effetto di disturbo. al posto di la russa parlerei con il collega brunetta : magari mandare degli impiegati in eccesso ( e perciò fannulloni involontari...) a fare gli impiegati e mandare i poliziotti, carabinieri, finanzieri, forestali, etc, etc, etc, etc. che fanno gli impiegati a fare i poliziotti non sarebbe una cattiva idea, nel paese che ha più forze ( debolezze?) di polizia in europa...a quel punto forse non ci sarebbe più bisogno dell'esercito ?
  • 17/06/2008 13:12
    anna
    trovo giustissimo l'uso dell'EI come implemento delle altre Forze dell'ordine. Non ci vedo assolutamente un inizio di dittatura o similari, come si è letto in giro, ma unicamente come una fonte di sicurezza per noi cittadini. IO non ho niente da temere, non ho niente da nascondere, per cui se incontro una pattuglia di notte mentre sono fuori con le amiche o i figli, se li vedo passare sotto casa con l'auto per la sorveglianza, non faccio altro che dirgli "grazie di esserci". E tutto questo NON sarebbe necessario se "qualcuno" non avesse permesso alla criminalità di prendere tanto spazio nelle nostre città e nei nostri paesi. Si assuma le responsabilità di questo chi ha voluto questa situazione. O... pensano che noi italiani si sia talmente idioti da permettere ad una dittatura di instaurarsi al governo?? :-) ORA siamo sotto dittatura! Quella della paura e dell'insicurezza... lo volete capire o no? Tolleranza zero!
  • 17/06/2008 13:21
    Antonio
    bene, ben fatto,questo Governo mi piace sempre di più. Il cittadino vuole sentirsi sicuro e protetto, per me di militari ne possono mettere anche 30.000 o 300.000, lo Stato deve far rispettare la legalità e personalmente non ho nulla di cui preoccuparmi,così come tanti connazionali. Si preoccupino balordi, accattoni, rom, immigrati irrispettosi (quasi tutti) e delinquentaglia varia che non si trova in casa propria! Finita la pacchia!
  • 18/06/2008 10:44
    gabriele
    senza offesa ma fate PENA... ridotti a uscire di casa e vedere l'esercito come a baghdad
  • 18/06/2008 13:06
    lucas
    abbiamo votato questo governo di destra appunto per la sicurezza di noi cittadini e ben venga l'esercito armato fino hai denti in appoggio alle forze dell'ordine polizia e carabinieri abbiamo il diritto di vivere in pace e di non avere paura di uscire di casa la sera per una passeggiata un italiano ha' diritto di vivere la sua vita nel suo paese infestato da ladri spacciatori borsaioli nostrani o exstracomunitari. la violenza si combatte con la violenza non con la gentilezza e il buonismo
  • 18/06/2008 13:43
    anna
    Senza offesa Gabriele... ma di cosa hai paura? Che qualche militare ti faccia bau?? O temi che i poveri malviventi, italiani o stranieri non conta... debbano andare a lavorare onestamente per vivere? Che pena che fanno poveracci... gli tocchera' chinare la schiena per un tozzo di pane! Ma pensa che figuraccia ci fa l'Italia! da paese del bengodi per tutti loro, adesso si troveranno davanti a chi gli fa rispettare la legge. Che orrore!!! scegliamoci un altro posto dove andare!!! Avanti a tutta forza con queste soluzioni drastiche ma necessarie. L'Esercito e le Forze dell'ordine per strada fanno paura solo a chi ha qualcosa da nascondere o da temere da loro... O qualcuno ha paura che funzioni e si ristabilisca un ordine decente?
  • Sono presenti 6 commenti
 

Cerca  su Quotidiano.net nel Web

LA FOTO DEL GIORNO

Intercettazioni

Quante sono
le intercettazioni
in Italia

Il consiglio dei ministri ha dato l'ok al nuovo ddl. Le intercettazioni saranno possibili per reati con pena dai 10 anni, ma anche quelli contro la pubblica amministrazione