10 apr 2022

Procida capitale della Cultura 2022: 150 eventi, 350 artisti, 45 Paesi, un anno di eventi

Mattarella alla cerimonia inaugurale: "Il mare una straordinaria ricchezza". Il cartellone delle iniziative entra nel vivo il 15 aprile con la settimana Santa 

Procida (Napoli), 9 aprile 2022  - "Il mare che ci attornia è una straordinaria ricchezza: dobbiamo averne cura, e al tempo stesso riconoscere il suo valore. Il mare unisce. Il mare è vita. Il mare è solidarietà. ll mare è relazione tra i popoli. Il mare è cultura. Anche per questo Procida, capitale della cultura, è una opportunità preziosa per tutta la Campania e, nel momento attuale, questo riveste una grande responsabilità", con queste parole il capo dello Stato Sergio Mattarella ieri 9 aprile ha aperto la cerimonia inaugurale di Procida capitale della Cultura italiana 2022. "Si afferma con chiarezza, in questi luoghi, che la cultura è anche sinonimo di pace. La sua autenticità sta proprio nella capacità di promuovere curiosità che diventa comprensione, amicizia, convivenza, cooperazione" ha aggiunto Mattarella. La cerimonia inaugurale ha dato il via a un anno di eventi. 

Il cartellone delle iniziative

Saranno 150 gli eventi in cartellone per Procida Capitale italiana della Cultura nel corso di quest'anno e che vedranno il coinvolgimento di 350 artisti di 45 Paesi. Dopo l'inaugurazione ufficiale il 9 aprile che ha visto la presenza del presidente della Repubblica Mattarella, del governatore  della Campania Vincenzo de Luca e del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, il programma entra nel vivo con gli appuntamenti della settimana Santa tra cui la Processione dei Misteri del venerdì che torna dopo due anni di stop per la pandemia.

L'evento si svolgerà il 15 aprile  nell'ambito del programma "Procida impara. I Misteri del Venerdì Santo", la processione del venerdì santo tra Terra Murata e Centro Storico. Nata come un corteo penitenziale, la processione del Venerdì Santo a Procida è uno dei riti identitari più suggestivi dell’isola. La costruzione dei Misteri - manufatti artistici ispirati ad episodi del Vecchio e Nuovo Testamento - coinvolge centinaia di maestranze locali attraverso un lavoro di co-creazione appassionato e certosino. 

Da segnalare: "Procida include. AAA Accogliere ad Arte", percorso di incontri formativi sul patrimonio culturale con visite guidate e dialoghi di comunità sul senso dell’abitare e dell’accogliere, per operatori del turismo, commercianti e volontari. "Procida include. Tutto per Tutti", percorsi di accoglienza per superare i limiti e le barriere delle disabilità con mappe e materiale informativo in braille per ciechi ed ipovedenti. Per il programma completo e per tenersi aggiornati sulle iniziative è possibile consulare il sito: www.procida2022.com

Le sei "i" di Procida

Le parole chiave che ispireranno il programma saranno legami, co-creazione, dimensione internazionale, inclusione ed ecosostenibilità e con la logica delle 6 "i": Procida include, insegna, impara, ispira, inventa, innova. Tra gli eventi in programma laboratori, concerti, mostre, itinerari e percorsi, scuole per bambini ed adulti ed ancora un festival letterario, Festival di teatro e arti performative, un laboratorio di citizen science, installazione sonore, uscite in barca a vela e battute di pesca ed una mostra del maestro Mimmo Jodice. 
"Tutti gli eventi di Procida 2022 saranno organizzati col presupposto del coinvolgimento della popolazione locale e per generare un progetto di sviluppo a base culturale in grado di produrre effetti anche dopo il 31 dicembre di quest'anno attirando attenzioni su un luogo che custodisce tantissime ricchezze" dice Agostino Riitano, direttore di Procida 2022.  

La cultura che "non isola"

L'inaugurazione di Procida Capitale italiana della Cultura ha preso il via il 9 aprile in terraferma, a Calata Porta di Massa, il molo del porto di Napoli da cui partono le navi per le isole partenopee e dove a bordo del traghetto Fauno alle 14.00 è andato in scena lo spettacolo Piano Sky a rimarcare lo slogan "La cultura non isola"  e il legame dell'isola al resto del mondo. 

Poco dopo le 15 Fauno è poi partito alla volta di Procida dove è arrivato un'ora dopo, sbarcando diverse centinaia di spettatori che, alle 16.30, hanno potuto assistere a piazza Marina Grande Moby Dick, la rappresentazione teatrale del Teatro dei Venti, già vincitrice del premio Ubu per il migliore allestimento scenico aperta dal coro dei piccoli alunni dell'isitituto scolastico comprensivo Capraro che, insieme ai componenti del coro San Leonardo, hanno intonato "Meraviglioso".

Gli attori del Teatro dei Venti hanno poi aperto la grande parata partita, dopo la fine dello spettacolo teatrale, che ha attraversato il cuore di Procida ed ha visto la partecipazione di Amici della musica - Banda Musicale Isola di Procida Aps, degli allievi della Scuola di teatro "Iolanda Gazzerro" di ERT / eatro Nazionale di Modena, i trampolieri di Fenice Show Events di Milano e diversi artisti locali arrivando fino a piazza della Repubblica. All'imbrunire ha preso poi il via il visual show architetturale a Marina di Corricella opera di Gio Pistone e Alessandra Carlone: sulle caratteristiche case policrome del borgo marinaro sono state proiettate suggestive figure di luce che hanno dato forma ai miti del mare. 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?