9 apr 2022

Procida capitale della Cultura 2022: si alza il sipario con il pianoforte sospeso / VIDEO

Primo evento a Napoli, poi cerimonia sull'isola con il Capo Stato. In chiusura la lectio magistralis di Giovanni D'Antonio, studente di Somma Vesuviana primo al concorso europeo di filosofia

Napoli, 9 aprile 2022 - Su il sipario su Procida Capitale italiana della Cultura 2022 con il primo dei cinque spettacoli in programma oggi andato in scena a Calata Porta di Massa, nell'area portuale di Napoli. Le note di Piano Sky hanno accompagnato l'accesso degli ospiti al traghetto speciale che li condurrà sull'isola. 

"Pianoforte sospeso" il nome dello show che prevede un pianoforte e una pianista che suona dal vivo sollevati a tre metri d'altezza. Sospesa nel ventre della nave, la giovane pianista Renata Benvegnù ha eseguito prima della partenza vari generi musicali: dalla musica leggera al jazz, dalle colonne sonore del grande cinema alla musica contemporanea. Si tratta del primo dei cinque spettacoli in sequenza previsti nel pomeriggio (gli altri quattro sono in programma a Procida alle 16,30; alle 18; alle 19 e alle 19,45) tutti ispirati alla suggestione dei Miti del Mare. Oltre 200 gli artisti impegnati oggi. 

Il clou alle 18,40 col Capo dello Stato, Sergio Mattarella, che darà il via alla cerimonia istituzionale nell'ex convento di Santa Margherita Nuova a Terra Murata alla presenza del presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e del direttore di Procida 2022, Agostino Riitano. A chiudere la lectio magistralis del giovane 18enne, Giovanni D'Antonio, studente di Somma Vesuviana (Napoli) classificatosi primo al concorso europeo di filosofia con una lezione sulla speranza.

Imponenti i numeri della manifestazione: 44 i progetti culturali (di cui 34 originali) e 150 gli eventi in cartellone in circa 300 giorni di programmazione con 350 artisti provenienti da 45 Paesi differenti del mondo. 

Procida Capitale italiana della Cultura 2022 "è un grande segnale della vivacità culturale delle nostre comunità e della grande ampiezza dell'offerta culturale e turistica che noi oggi abbiamo". Lo ha detto il sindaco di Napoli e della Città metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi, a margine della cerimonia di inaugurazione degli eventi legati a Procida Capitale italiana della cultura 2022. "E' veramente un momento molto bello - ha aggiunto Manfredi - e che crea un palcoscenico nazionale e internazionale per un'isola che un po' interpreta le grandi caratteristiche del nostro golfo: non solo la sua dimensione internazionale, ma anche una sua grande dimensione culturale e un grande valore delle comunità che abitano le isole del golfo".

Interpellato sulla presenza del Presidente della Repubblica alla cerimonia inaugurale, Manfredi ha detto: "Il Presidente Mattarella è un amico di Napoli e della Campania ed è sempre vicino alle nostre esigenze.Ama tantissimo la nostra città e il nostro territorio e il nostro golfo. Il fatto che sia qui, e che poi ritorni in Campania nel mese di aprile, è veramente un segnale di grandissima vicinanza alle nostre comunità e alle nostre amministrazioni. Io sono estremamente grato al Presidente Mattarella
per l'affetto che ripone nei nostri confronti e per l'attenzione concreta e fattiva che in qualsiasi occasione dimostra per Napoli e per l'area metropolitana".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?