Il primo tweet di Manfredi
Il primo tweet di Manfredi

Napoli, 4 ottobre 2021 - Prima il discorso e poi i fuochi d'artificio nella piazza del Municipio. É Gaetano Manfredi il nuovo sindaco di Napoli, il candidato del centrosinistra, in vantaggio su tutti, va verso la vittoria al primo turno, lo spoglio delle schede elettorali, un seggio dopo l’altro, lo incorona nuovo sindaco di Napoli senza bisogno di andare al ballottaggio: a scrutinio inoltrato, le proiezioni lo vendono superare gli avversari con oltre il 65% delle preferenze. Circa 750mila gli elettori chiamati alle urne, su una popolazione complessiva di quasi un milione di persone. Sono andati a votare il 47,19% degli aventi diritto. Risultati elezioni Napoli 2021: Manfredi nuovo sindaco. I voti lista per lista

Il nuovo sindaco Manfred ha tenuto un breve discorso su un palco allestito in piazza Municipio davanti Palazzo San Giacomo, sede del Comune. All'appuntamento, organizzato in brevissimo tempo, hanno partecipato alcune centinaia di persone tra cui molti esponenti delle forze che hanno sostenuto la candidatura di Manfredi. Il neo sindaco ha chiamato i rappresentanti delle forze politiche che hanno composto la
coalizione risultata vincente con oltre il 60% delle preferenze. Al termine del discorso sono stati fatti esplodere fuochi d'artificio.

Il primo Tweet di Manfredi sindaco di Napoli

È dedicato a tutti "i figli di Napoli" il primo tweet di Gaetano Manfredi, stante le proiezioni diffuse a poche ore dalla chiusura delle urne, neo sindaco del capoluogo campano. "Per Sveva e per tutti i figli di #Napoli. #ManfrediSindaco #elezioniamministrative2021", scrive l'ex ministro postando una foto dal sapore "familiare" in cui abbraccia la figlia 22enne. In pochi minuti il tweet ha raccolto decine di commenti, quasi tutti di congratulazioni e l'invito a superare "il populismo di questi ultimi dieci anni". Oltre 200 i 'like' e i 26 retweet.

De Magistris si congratula con il suo successore

"Voglio fare un in bocca al lupo al prossimo sindaco di Napoli al quale tra qualche ora stringerò la mano ed al quale garantirò, qualora volesse ritenerlo, qualsiasi tipo di cooperazione nel cambio di consegne". A dirlo
il sindaco uscente di Napoli, Luigi de Magistris, candidato alla presidenza della Regione Calabria. 

Maresca si congratula con il nuovo sindaco di Palazzo San Giacomo

"Siamo molto soddisfatti del risultato. É stata una esperienza straordinaria. Siamo partiti da zero, abbiamo raggiunto quasi il 25% se i dati sono realistici". Lo dice Catello Maresca, candidato alle comunali di Napoli sostenuto dai partiti del centrodestra, commentando le proiezioni di voto che assegnano un netto vantaggio al candidato di centrosinistra Gaetano Manfredi (Pd, M5S e centrosinistra), per fargli i complimenti per la vittoria. "Speravamo di giocarci il ballottaggio. Ho mandato un messaggio a Manfredi in cui gli faccio le congratulazioni e ci confronteremo in Consiglio comunale. Ho sentito Bassolino e ho provato a chiamare la Clemente. Si apre una nuova pagina per Napoli", aggiunge. E conclude: "Noi avremo un sindaco che è stato scelto da Roma quindi non è napoletano, e sappiamo è pure tifoso della Juventus, ma l'hanno scelto i napoletani. Noi vigileremo ancora di più in Consiglio comunale".

Bassolino: servono maggioranza e opposizione vere

Augura a Gaetano Manfredi buon lavoro "e che sia nell'interesse della città", Antonio Bassolino, candidato a sindaco di Napoli per la terza volta e che ora riconosce la vittoria del candidato sostenuto da Pd, centrosinistra e M5s. "Ora il sindaco deve fare il sindaco. La maggioranza deve dimostrare di essere una vera maggioranza e bisogna augurarsi, viste le tante liste, che non succeda quello che è accaduto in questi ultimi 5 anni in cui si è squagliata. L'opposizione deve essere vera opposizione, perché Napoli è in una situazione tale che servono un vero sindaco, una vera maggioranza e una vera opposizione", conclude.