Los Angeles, 26 aprile 2021 - La vera sorpresa (forse l'unica) degli Oscar 2021 arriva in chiusura con il premio a Anthony Hopkins. Un doppio colpo di scena: il primo perché vince come miglior attore protagonista per The Father, dopo che da settimane gli addetti ai lavori davano per scontata l'assegnazione della statuetta postuma al compianto Chadwick Boseman per 'Ma Rainey's Black Bottom'. E il secondo perché non solo Hopkins non si presenta a Los Angeles per ritirare il riconoscimento - comprensibile in era Covid e vista anche l'età dell'attore -, ma non si collega nemmeno in streaming per un saluto.

Vincitori Oscar 2021: l'elenco completo

A ritirare il premio in suo nome Joaquin Phoenix, trionfatore lo scorso anno con 'Joker', che dopo aver presentato la categoria, ne annuncia il vincitore: "Congratulazioni a Antony Hopkins per il suo Premio Oscar". Tre parole e null'altro e quindi sipario, per una chiusura di Grande Notte sottotono che genera pure un certo smarrimento negli spettatori. L'83enne Hopkins non si collega dal Galles, dove vive, né al suo posto - come molti si attendevano - parla la costar del film Olivia Colman presente a Los Angeles. Appare solo una sua foto.

Ma perché Anthony Hopkins non era presente alla notte degli Oscar? I media britannici e americani al momento non forniscono una spiegazione, ma è lo stesso attore a intervenire su Instagram per ringraziare del riconoscimento e dire che "a 83 anni davvero, non me l'aspettavo". Il mostro sacro del cinema, prima statuetta nel 1992 per 'Il silenzio degli innocenti' e sei nomination in carriera, rende omaggio a Chadwick Boseman ("Ce l'hanno portato via troppo presto") e quindi ribadisce, abbozzando un sorriso: "Non me l'aspettavo per nulla". Poi ringrazia tutti, nuovamente e in primis l'Academy, con alle sue spalle le campagne del Galles in una splendida giornata di sole. Non si scorge un filo di polemica, nessuna scelta di campo, dietro la rumorosa assenza alla cerimonia che lo ha incoronato. Sembra quasi che Hopkins abbia dato talmente per scontato che non avrebbe vinto da non ritenere fosse il caso di stare sveglio tutta la notte per seguire gli Oscar. O forse non sarebbe rimasto alzato comunque, chissà. Morale: in attesa di ulteriori retroscena, il giallo pare non essere tale. Ma è comunque servito a 'movimentare' una serata che ben poche sorprese ha riservato al grande pubblico.