Washington, 10 gennaio 2018 - Harvey Weinstein torna a far parlare di sé a causa di un video girato in un ristorante in Arizona. A pochi giorni dalla protesta delle donne in nero contro le molestie sessuali alla premiazione dei Golden Globes e alla successiva tribuna pubblicata da Le Monde dove al contrario Catherine Deneuve e un centinaio di artiste e intellettuali mettono sotto accusa l'eccesso di "puritanesimo" e difendono "la libertà di importunare", l'ex 're Mida' di Hollywood, il produttore da cui tutto lo scandalo è partito, è tornato protagonista dei media per 'colpa' di un video in cui un giovane lo prende a schiaffi e lo insulta.

Le immagini, esclusiva del sito Tmz, sono state girato ieri sera in un ristorante di Scottsdale in Arizona, dove Weinstein stava cenando insieme a un 'coach' del centro di riabilitazione dove è in cura da mesi. Intorno alle 21 locali, mentre Weinstein esce dal locale viene avvicinato da un giovane che gli rifila due manrovesci e lo insulta. "Sei un pezzo di m... per quel che hai fatto a quelle donne", dice il cliente cercando di prenderlo a pugni. Il ragazzo si era inizialmente avvicinato all'ex produttore cinematografico, accusato di molestie da decine e decine di attrici, chiedendogli di scattare una foto. Il giovane ha raccontato che Weinstein era scontroso e ha risposto di no. Quando poi i due stavano uscendo quasi contemporaneamente è avvenuta l'aggressione. Steve ha ammesso di "aver bevuto un po' troppo" e per questo di aver chiesto a un amico di girare il video, cosa che che Weinstein e l'accompagnatore, si vede nelle immagini, cercano di impedire, meno preoccupati dei ceffoni e degli insulti del giovane. Weinstein, che legalmente è stato aggredito, non ha chiamato la polizia o denunciato - al momento - il ragazzo e si è limitato ad uscire dal locale.