Roma, 18 febbraio 2021 - "Stiamo cercando di mantenere le persona in vita e al sicuro". Il sindaco di Austin (Texas), Steve Adler, non usa giri di parole per descrivere una situazione sempre più drammatica che coinvolge da giorni gran parte degli Stati Uniti, sotto la morsa del gelo polare e delle tempeste che hanno causato la morte di almeno 37 persone. La crisi maggiore si registra appunto in Texas, dove milioni di cittadini sono senza corrente elettrica a causa del gelo record e dove ora stanno finendo anche cibo e acqua. Secondo il Texas Tribune, le scorte si stanno assottigliando, i prodotti freschi si deteriorano nei frigoriferi spenti e gli scaffali dei negozi di alimentari si stanno rapidamente svuotando. Le drogherie in tutto lo Stato - riferisce il giornale - hanno chiuso per mancanza di elettricità e, sebbene siano rimasti i supermercati più grandi, non sono stati in grado di fare rifornimento.

image

Nel frattempo, secondo Nbc News, in circa 264.000 abitazioni non arriva l'acqua e addirittura a sette milioni di texani è stato chiesto di far bollire l'acqua del rubinetto prima di berla o comunque di utilizzarla per cucinare. A Houston, inoltre, centinaia di case sono state colpite anche da un calo delle pressione idrica tanto che il sindaco, Sylvester Turner, ha rivolto un appello alla popolazione di non far scorrere l'acqua nei rubinetti per evitare che esplodano le tubature. Anche negli ospedali la situazione è critica: sono state effettuate evacuazioni di emergenza a causa delle temperature gelide e dell'assenza di acqua ed energia elettrica. Nella città di Austin, in particolare, un numero ancora imprecisato di ospedali e centri di cura ha sgomberato i propri pazienti, nonostante la tempesta in corso, proprio perchè l'assenza di elettricità sta mettendo a rischio le loro cure. 

Il senatore Cruz sotto attacco

Ted Cruz (Ansa)

"Con la scuola chiusa per una settimana, le nostre figlie hanno chiesto di fare una vacanza con gli amici. Da bravo papà, sono volato con loro, tornando subito questo pomeriggio". E' la spiegazione che il senatore repubblicano del Texas, Ted Cruz, ha dato per motivare il suo viaggio a Cancun, in Messico, finito al centro delle polemiche. Il senatore, infatti, era volato con la famiglia sulle spiagge caraibiche nel bel mezzo dell'emergenza polare che sta paralizzando il Texas, e diversi utenti hanno pubblicato immagini su Twitter che ritraggono Cruz all'aeroporto di Houston e a bordo di un volo diretto nella famosa località di villeggiatura nella penisola dello Yucatan.

Casa Bianca: "Minaccia cambiamenti climatici"

Ondata di gelo negli Stati Uniti (Ansa)

La situazione in Texas "ci mostra che i cambiamenti climatici sono una realtà, stanno avvenendo ora e noi non siamo adeguatamente preparati". Lo ha detto la vice consigliere per la Sicurezza Nazionale, Liz Sherwood-Randall, nella conferenza stampa con cui la Casa Bianca ha annunciato che la Fema, l'agenzia per le emergenze federale, fornirà "assistenza immediata" allo stato colpito da un'ondata eccezionale di gelo polare, che sta provocando una grave crisi energetica nello Stato che è il primo produttore di energia degli Usa. Nella conferenza stampa Sherwood-Randall che non è "fisicamente possibile in questo momento" collegare la rete elettrica del Texas a quella del resto del Paese. Una delle ragioni della gravità dei black out che si sono registrati in Texas è che lo stato ha una rete elettrica indipendente, volutamente non collegata alle altre due reti principali, quella della costa orientale e quella della costa occidentale. La Fema ha già inviato in Texas 60 generatori di corrente, 729mila litri di acqua e 225mila pasti e decine di migliaia di coperte. 

In salvo dal gelo 4.700 tartarughe

Sono state tratte in salvo dalle temperature polari registrate nel Texas anche 4.700 tartarughe marine che avrebbero rischiato, in acqua, stordite, di non riuscire neanche a nuotare. Sono state tutte riunite nel Convention Center dell'isola di South Padre, dove sono state sistemate in giacigli coperti di plastica. Il centro, sempre a causa del maltempo, rimasto senza energia elettrica.