Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
24 mag 2022

Missili Harpoon all'Ucraina per colpire le navi russe: perché sono importanti

Primo invio dalla Danimarca: i razzi a lunga gittata possono rompere il blocco navale delle truppe di Putin. I timori di Mosca

24 mag 2022

Roma, 24 maggio 2022 - Missili Harpoon all'Ucraina. Il lanciatore di razzi antinave entra nel pacchetto di aiuti militari per Kiev, annunciato oggi da venti Paesi. A renderlo noto il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin, al termine di un incontro tenutosi ieri sera in videoconferenza con gli alleati e volto a coordinare gli armamenti destinati alle truppe di Zelensky. Sarà, in particolare, la Danimarca a fornire gli Harpoon all'Ucraina. I missili a lunga gittata saranno fondamentali per colpire le navi russe e potrebbero giocare un ruolo strategicamente significativo per il futuro del conflitto. E i risvolti non sarebbero solo per la guerra. Questi razzi sono in grado di rompere il blocco navale della flotta russa e imprimere una svolta alla crisi delle forniture alimentari a livello mondiale. Grano in primis. Proprio oggi il primo treno con un carico di grano dall'Ucraina è arrivato in Lituania. Una rotta alternativa per ovviare al blocco dei porti ucraini. 

Missili Himars: cosa sono e perché possono fare la differenza per l'Ucraina

La Russia sposta i missili Iskander a Brest: tremano Kiev e Leopoli, ma anche la Polonia.

Secondo i media britannici anche il Regno Unito sta valutando di mandare i missili Harpoon in Ucraina. Stesso discorso per gli Stati Uniti. Mosca temeva l'invio di queste armi, tanto che nei giorni scorsi li aveva addirittura citati il portavoce del Cremlino. Dmitry Peskov aveva spiegato che l'esercito russo stava adottando misure a scopo precauzionale, monitorando eventuali consegne di Harpoon a Kiev. 

Il lancio di un missile Harpoon Block C1, 21 luglio 2016 (U.S. Navy)
Il lancio di un missile Harpoon Block C1, 21 luglio 2016 (U.S. Navy)
Approfondisci:

Terminator 2, ecco l'ultima carta dei russi in Donbass: perché sono importanti

Nuove armi all'Ucraina

Tra coloro che hanno annunciato nuovi pacchetti ci sono Italia, Danimarca, Grecia, Norvegia e Polonia. "Quello odierno è stato un incontro di grande successo - ha detto - Molti Paesi doneranno munizioni di artiglieria, sistemi di difesa costiera, carri armati e altri veicoli corazzati di fondamentale importanza". La Repubblica Ceca ha donato elicotteri d'attacco, carri armati e sistemi missilistici, mentre Italia, Grecia, Norvegia e Polonia hanno annunciato nuove donazioni di "sistemi di artiglieria e munizioni". 

I missili Harpoon

Sviluppati negli Stati Uniti a partire dagli anni Settanta, i missili Harpoon sono prodotti oggi dalla Boeing Defense Systems. Sono molto versatili: è possibile lanciarli da aerei (AGM-84), navi da superficie (RGM-84) o anche da sottomarini (UGM-84). Dispongono di testate ad alto esplosivo da 225 kg e garantiscono un'elevata probabilità di impatto e di distruzione del bersaglio. Il raggio utile, a seconda della versione, può variare da 93 a circa 300 km. I missili sono a guida radar e raggiungono una velocità subsonica alta, attorno a 850 km/h. Inoltre, sono in grado di eseguire una manovra 'pop-up': i missili volano sfiorando l'acqua del mare fino al bersaglio, poi si alzano e attaccano in picchiata. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?