Il logo dell'ospedale Charité di Berlino (Ansa)
Il logo dell'ospedale Charité di Berlino (Ansa)

Berlino, 30 marzo 2021 - Nuovo stop per AstraZeneca in Germania. Prima è il land di Berlino a  interrompere le vaccinazioni anti Covid con il siero anglo svedese per uomini e donne sotto i 60 anni. Quindi, in serata, sono i ministri dei Laender tedeschi a concordare che, a partire da domani, il vaccino AstraZeneca (che si chiama ora Vaxzevria) sarà somministrato solo agli over 60, mentre per quelli che hanno meno di 60 anni l'uso sarà "a discrezione del medico e sulla base di un'analisi individuale del rischio". 

Berlino

La decisione dei Laender giunge nel solco di quella presa poche ore prima dalla regione della capitale tedesca. A annunciarla è nel primo pomeriggio la Senatrice responsabile della Sanità del Land più popolosi della Germania, Dilek Kalayci, che riferisce di nuovi dati su ipotetici effetti collaterali. "Abbiamo deciso, per precauzione, di fermare la vaccinazione di chi ha meno di 60 anni con Astrazeneca", le parole della Kalayci. Lo stop ha effetto immediato: sospesi gli appuntamenti nei vari centri vaccinali della capitale.

Lo step successivo, in attesa del consulto con il Paul Ehrlich Institut, l'istituto nazionale per le vaccinazioni che funge anche da ente regolatore, è quello di raccomandare AstraZeneca solo agli over 60.  "Dopo diverse consultazioni la Stiko (Commissione permanente tedesca sui vaccini) ha deciso a maggioranza di raccomandare il vaccino AstraZeneca solo per le persone di 60 anni e più, sulla base dei dati attualmente disponibili sul verificarsi di effetti collaterali tromboembolici rari ma molto gravi", scrive in un comunicato la Commissione permanente tedesca sul sito del Robert Koch Institut. Nella bozza delle raccomandazioni, il vaccino dell'azienda anglo-svedese può sempre essere somministrato a pazienti più giovani a discrezione del loro medico. 

Quindi, intorno alle 20, la decisioni dei Laender tedeschi che confermano la possibilità di inoculare Astrazeneca anche agli under 60 a discrezione del medico. Il siero, senza tale via libera, sarà inoculato solo agli over 60. 

Coronavirus Italia, il bollettino del 30 marzo

Gli ospedali

Lo stop segue a stretto giro la decisione di alcuni ospedali di Berlino che poche ore fa hanno fermato il vaccino Astrazeneca per le donne under 55. Una presa di posizione ufficiale, in tal senso, è arrivata dallo Charité, principale ospedale della capitale tedesca che ha bloccato le iniezioni del vaccino AstraZeneca per le sue collaboratrici under 55. Una mossa, spiega la portavoce della clinica universitaria Manuela Zingl alla Dpa, che si è resa necessaria "perché nel frattempo ci sono stati altri casi di trombosi cerebrale in Germania". 

La portavoce ha precisato che le complicazioni non hanno riguardato le vaccinazioni alla clinica Charité. Sulle circa 19 mila persone impiegate nel nosocomio, i due terzi avrebbero già ottenuto il siero e a circa il 70% di questi è stata somministrata la prima dose di quello AstraZeneca. Resta da capire se ora riceveranno anche la seconda dose.

Il vaccino Astrazeneca cambia nome

Secondo il quotidiano Tagesspiegel anche il gruppo ospedaliero Vivantes avrebbe fermato le vaccinazioni con AstraZeneca per le donne under 55, e sempre il giornale tedesco sostiene che anche negli altri nosocomi di Berlino si starebbe discutendo se seguire la stessa strada. Al momento, le attuali scorte BioNTech/Pfizer e Moderna sono nettamente inferiori rispetto a quelle di AstraZeneca.