Coronavirus, mappa del 30 marzo 2021
Coronavirus, mappa del 30 marzo 2021

Roma, 30 marzo 2021 - Risalgono i contagi e le vittime nel bollettino sull'epidemia da Coronavirus in Italia, diffuso dal ministero della Salute, mentre i dati Agenas rivelano che continua a peggiorare la pressione sui reparti di terapia intensiva. La percentuale media nazionale di occupazione dei posti letto, da parte di pazienti Covid, nelle rianimazioni raggiunge il 41%, ovvero ben 11 punti percentuali oltre la soglia critica, fissata al 30% dal ministero della Salute. E sono 13 le Regioni e Province autonome che 'sforano' oltremodo il livello critico: la situazione peggiore è quella della Lombardia (al 61%), seguita da Marche (al 60%) e Piemonte (al 58%). Ancora, molto sopra soglia: Emilia Romagna (52%), Provincia autonoma di Trento (51%), Friuli Venezia Giulia (49%), Puglia (44%), Umbria (43%), Toscana (42%), Lazio (40%), Molise (38%), Abruzzo (36%), Liguria (32%).  

Coronavirus: i contagi Covid in Italia del 31 marzo. Bollettino e dati delle regioni

In questa situazione, si avvicina il weekend di Pasqua (qui tutte le restrizioni). Per chi rientra dai Paesi Ue Roberto Speranza ha stabilito quarantena di 5 giorni e tampone obbligatorio. La fiamma del Covid, infatti, non si spegne: se in Regno Unito inizia a vedere l'effetto delle vaccinazioni, la Francia registra ancora un boom di casi e in Germania si rafforzano i controlli alle frontiere terresti nel periodo pasquale e oltre.

Liguria: seconde case e barche vietate anche ai residenti

Previsioni meteo Pasqua e Pasquetta 2021

Sul fronte vaccini, Draghi e la moglie si sono vaccinati questa mattina con Astrazeneca nell'hub della Stazione Termini. Ieri, invece, il ministro della Salute ha firmato l'accordo che permette di effettuare le somministrazioni anche in farmacia, per rendere così più "veloce e capillare" la campagna di vaccinazione. E oggi è a Genova la prima farmacia a ricevere le dosi, dove proprio ieri hanno iniziato il tour per l'Italia il capo della Protezione civile Curcio e il commissario Figliuolo

AstraZeneca si chiamerà Vaxzevria / Perché cambia nome in Vaxzevria

Quanto dura l'immunità dei vaccinati? La previsione di Guido Rasi

Covid, il bilancio del 30 marzo

 Sono 16.017 i positivi al test del Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 12.916. Sono invece 529 le vittime in un giorno (ieri 417). Sono 301.451 i tamponi molecolari e antigenici per il Covid. Il tasso di positività è del 5,3%, in calo del 2,9% rispetto a ieri, quando era all'8,2%. Sono 3.716 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 5 meno di ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione  sono 269 (192 ieri). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 29.231 persone, in aumento di 68 unità rispetto a ieri. In totale i casi da inizio epidemia sono 3.561.012, i morti 108.879. Gli attualmente positivi sono 562.832 (-3.161 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 2.889.301 (+18.687), in isolamento domiciliare ci sono 529.885 persone.

Le notizie locali / Lombardia

Con 44.289 tamponi effettuati è di 3.271 il numero dei nuovi casi di Coronavirus registrato in Lombardia, con una percentuale in calo al 7,3 (ieri 8,4%). I ricoveri in terapia intensiva sono 862 (-8 rispetto a ieri), negli altri reparti 7.109 (+115). I morti sono stati 85, da inizio pandemia 30.635. A Milano sono stati registrati 897 casi (di cui 394 in città).

Piemonte

Sono 61 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, il totale è ora di 10.269 deceduti risultati positivi al virus. Sono 1.861 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 362 dopo test antigenico), pari al 7,9% dei 23.439 tamponi eseguiti, di cui 13.431 antigenici. Dei nuovi casi, gli asintomatici sono 669 (35.9%). Il totale dei casi positivi diventa quindi 311.010. I ricoverati in terapia intensiva sono 369 (+5 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 3.855 (+18 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 31.193. I tamponi diagnostici finora processati sono 3.710.147 (+23.439 rispetto a ieri), di cui 1.347.529 risultati negativi.

Lazio

Sono 1.593, con un incremento di 190, i nuovi casi positivi al Covid-19 registrati oggi nel Lazio, su oltre 14mila tamponi (+4.609) e oltre 23mila test antigenici. I decessi sono 32 (-13), mentre i guariti in più sono 1.696. In calo i ricoveri nelle terapie intensive, mentre aumentano quelli nei reparti ordinari. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale e' al 4%. I casi a Roma città sono a quota 800.

Campania

Sono 1.573 i nuovi casi di Coronavirus emersi oggi in Campania dall'analisi di 15.289 tamponi molecolari. Dei nuovi positivi, 377 sono risultati sintomatici. Ieri in Campania sono stati eseguiti anche 5.286 tamponi antigenici. Nel bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione sono inseriti 64 nuovi decessi, 28 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 36 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Il totale dei decessi in Campania da inizio pandemia sale a 5.325. I nuovi guariti sono 2.837, il totale dei guariti sale a 235.743. In Campania sono 163 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 1.587 quelli ricoverati in reparti di degenza. 

Puglia

Sono 1.527 i nuovi casi di Coronavirus in Puglia, dove sono stati registrati 12.234 test. Nella Regione si segnalano anche 35 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.857.302 test. Sono 139.513 i pazienti guariti, mentre 46.776 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 191.050. 

Emilia Romagna

Calo significativo di nuovi casi e ricoveri in Emilia-Romagna, ma cresce il numero dei morti, 67, registrati nelle ultime 24 ore. I nuovi contagi sono quasi mille in meno della media degli ultimi giorni, 1.187 rilevati con 33.338 tamponi (415 asintomatici). L'età media è 43,8 anni. I ricoverati in terapia intensiva sono 392 (-6), quelli negli altri reparti 3.486 (-54). La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 249 nuovi casi e Bologna (234); poi Parma (149) e Rimini (118). I guariti sono 1.917 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 249.404. I casi attivi sono 73.080 (-797), di cui il 94,7% in isolamento a casa.

Toscana

I nuovi casi positivi Covid registrati in Toscana sono 1.180, su 25.093 test di cui 13.222 tamponi molecolari e 11.871 test rapidi, con un tasso dei nuovi positivi del 4,70% (13,8% sulle prime diagnosi). Si registrano anche 32 morti e 1.148 guariti. Aument la pressione ospedaliera: i ricoverati nelle aree Covid sono in tutto 1.807 (+13 rispetto a ieri), di cui 265 in terapia intensiva (tre in più in un giorno). Dall'inizio della pandemia sono 193.836 i contagi accertati, 160.617 le guarigioni e 5.329 i decessi.

Veneto

Sono 1.130 i nuovi positivi al Coronavirus trovati in Veneto a fronte di 43mila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore (una incidenza del 2,61%). Sale di 23 posti letto il totale dei ricoverati negli ospedali veneti, oggi 2.199 (16 in più rispetto a ieri in area non critica e 7 nelle terapie intensive). Sono, invece, 52 i decessi delle ultime 24 ore, 10.590 in totale dall'inizio dell'emergenza ad oggi.

Liguria

In Liguria sono stati registrati 489 nuovi casi di Coronavirus e altri 14 decessi. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 4.761 tamponi molecolari e 2.527 tamponi antigenici rapidi.  Al momento in tutto il territorio ligure sono 709 i pazienti Covid ricoverati in ospedale, 4 meno di ieri, di cui 70 in terapia intensiva. Sono 7.429, invece, le persone attualmente positive, 39 più di ieri, e 7.198 quelle sottoposte a sorveglianza attiva.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.669 tamponi molecolari sono stati rilevati 206 nuovi contagi con una percentuale di positività del 4,41%. Sono inoltre 2.631 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 241 casi (9,16%). I decessi registrati sono 14, ai quali se ne aggiunge uno avvenuto il 6 marzo. I ricoveri nelle terapie intensive calano a 80, mentre quelli in altri reparti scendono a 671.

Marche

Resta in sostanza uguale a ieri il quadro della situazione Covid nelle Marche. Il servizio Sanità della Regione comunica che i contagi oggi sono saliti a 87.563 (+333) di cui 75.568 dimessi/guariti (+408), 8.427 in isolamento domiciliare (-87) e 957 ricoverati (-1). Si registrano 10 vittime. I pazienti in terapia intensiva scendono da 151 a 150, mentre quelli in reparti non intensivi passano da 588 a 587. Dei casi positivi odierni 90 sono stati rilevati in provincia di Macerata, dove i contagi salgono a 18.102, 43 ad Ancona (29.324), 100 a Pesaro-Urbino (18.839), 23 a Fermo (9.057), 54 ad Ascoli Piceno (8.947) e 23 fuori regione (3.294). I casi/contatti in isolamento domiciliare infine sono 18.396 (-592): 10.095 asintomatici e 8.301 sintomatici. In quarantena anche 344 operatori sanitari.

Calabria

In Calabria a oggi sono stati sottoposti a test 624.561 soggetti per un totale di 664.356 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test): le persone risultate positive al Coronavirus sono 46.611 (+300 rispetto a ieri), quelle negative 577.950.

Sardegna

In Sardegna sono stati rilevati 205 nuovi casi di Covid, per un totale di 45.059 dall'inizio dell'emergenza. Si registrano anche quattro decessi (1.233 in tutto) mentre il tasso di positività è salito al 6,7%. In totale sono stati eseguiti 986.641 tamponi, per un incremento complessivo di 3.046 test rispetto al dato precedente. Sono invece 210 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+10), mentre sono 33 (+2) i pazienti in terapia intensiva.

Abruzzo

Sono 153 i casi di Covid-19 registrati oggi in Abruzzo e risultati dai 6.195 test eseguiti (3.935 tamponi molecolari e 2.260 test antigenici). Il totale dei contagi, da inizio emergenza, sale a 64.924. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 25 nuovi casi e sale a 2.125. Sono 622 (+2 rispetto a ieri) i pazienti ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 69 (-9 rispetto a ieri con 2 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9.569 (-295 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Basilicata

In Basilicata sono 135 i nuovi casi di positivi al Sars Cov-2 su un totale di 1290 tamponi molecolari e sono 2 i decessi. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi scendono a 4.469 (-82), di cui 4.301 in isolamento domiciliare, mentre sono 13.908 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 428 quelle decedute.

Alto Adige

Ancora due morti in Alto Adige per le conseguenze dell'infezione da Covid-19. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria le vittime sono 1.123. Nelle ultime 24 ore, i laboratori dell'Azienda sanitaria provinciale hanno accertato 180 nuovi casi positivi. Il totale delle persone di cui è stato accertato il contagio è ora di 69.902. I guariti sono 67.125 (228 in più rispetto ad ieri). I pazienti Covid-19 ricoverati sono 25 nelle terapie intensive (di cui uno all'estero); 99 nei normali reparti ospedalieri, 87 nelle strutture private convenzionate e 101 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 3.367.

Sicilia

Si blocca il conteggio in Sicilia dei positivi dopo gli arresti che hanno decapitato il Dasoe, l'ufficio della sorveglianza epidemiologica della Regione Siciliana che in quest'anno di pandemia ha raccolto i dati trasmettendoli all'Istituto superiore di Sanità. Nel report quotidiano dalla Sicilia nelle caselle dei nuovi positivi c'è lo zero, così come nei tamponi processati. Anche i dati sui decessi sono quelli di ieri, così come quelli sui pazienti ricoverati in ospedale. "La Regione Sicilia - dicono dal ministero - integrerà nella giornata di domani i dati non comunicati oggi per motivi organizzativi".

Le altre notizie Covid di oggi

Ospedale di Berlino blocca Astrazeneca per donne under 55

L'intervista: "Il vaccino prima ai magistrati? Sarebbe un abuso". Di Pietro accusa: la legge vale anche per loro

Cassiere, colf, fattorini, baristi. Quelli che... il vaccino è un miraggio