"Non c’è alcuna evidenza che il vaccino Oxford AstraZeneca sia responsabile per i casi di trombosi", dice chiaramente la portavoce del primo ministro inglese, Boris Johnson. "Il governo britannico lavora a fianco degli scienziati della Mhra (l’equivalente dell’Ema in Inghilterra, ndr) e dell’Oms, che confermano che il vaccino è perfettamente sicuro, e quindi continuiamo a vaccinare la popolazione. I paesi europei che hanno sospeso le vaccinazioni sono liberi di prendere le...

"Non c’è alcuna evidenza che il vaccino Oxford AstraZeneca sia responsabile per i casi di trombosi", dice chiaramente la portavoce del primo ministro inglese, Boris Johnson. "Il governo britannico lavora a fianco degli scienziati della Mhra (l’equivalente dell’Ema in Inghilterra, ndr) e dell’Oms, che confermano che il vaccino è perfettamente sicuro, e quindi continuiamo a vaccinare la popolazione. I paesi europei che hanno sospeso le vaccinazioni sono liberi di prendere le proprie decisioni". Boris Johnson sarà immunizzato con la prima dose del vaccino nei prossimi giorni e l’AstraZeneca fa sapere che su 17 milioni di vaccini inoculati in Gran Bretagna e nella UE (questi i dati più recenti, che risalgono al 28 febbraio) ci sono stati un totale di 22 embolie polmonari e 15 trombi, meno della media annuale normale.

AstraZeneca e pillola, Palù: "Mi aspetto una nota dell'Ema"

E i numeri del contrasto al Covid sembrano dare ragione a Londra. L’8 gennaio nel Regno Unito erano stati superati i 68 mila contagi nelle 24 ore, con una media giornaliera, sulla settimana, di 59 mila. E il 22 gennaio avevano toccato i 1.401 decessi giornalieri e 1.241 di media settimanale. In due mesi sono scesi a 5.089 contagi con media settimanale a 5.706. Cosa è successo in mezzo? Ci sono stati quasi 25 milioni di cittadini che hanno ricevuto almeno una dose del vaccino anti Covid. La metà (più o meno, visto che sono stati 11 milioni) ha ricevuto quello di AstraZeneca.

Ann Taylor, Cmo della società anglo-svedese, ha dichiarato: "Questo tipo di pandemia richiede il massimo di attenzione e ogni singolo caso riportato è stato investigato. Per questo possiamo dire con certezza che il nostro vaccino è perfettamente sicuro. Stiamo andando ben oltre quelle che sono le pratiche standard per la sicurezza, per rassicurare il pubblico". Nadhim Zahawi, ministro responsabile per la campagna di inoculazione in Gran Bretagna, ieri ha commentato: "Tutti i vaccini che usiamo in Gran Bretagna sono sicuri e sono l’unica via per uscire da questa pandemia. Il nostro paese ha uno dei sistemi di vigilanza farmacologica più avanzati del mondo e sono fiero che siamo arrivati a quasi 25milioni di vaccinati". Persino la Bbc ieri ha dichiarato, tramite il suo corrispondente per la salute Fergus Walsh, che "pare che il vaccino AstraZeneca addirittura protegga dalle trombosi invece che causarle".

Bollettino Covid Italia del 17 marzo 2021