Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 ago 2022
4 ago 2022

Bollette del gas, perché a ottobre si rischia un aumento del 100%. Cosa sta succedendo

La segnalazione dell'Autorità per l'energia a parlamento e governo. L'Unione consumatori: interventi subito

4 ago 2022

Roma, 4 agosto 2022 - Bollette del gas per le famiglie , Arera - l’Autorità per l’energia - ha lanciato l’allarme prevedendo un aumento del 100% . L' Unione nazionale consumatori di Massimilano Dona e l' Adiconsum chiedono al governo provvedimenti urgenti. 

“Bollette gas, si rischia l’aumento del 100%”

Scrive Arera al governo: “L’attuale contesto di guerra ha determinato una situazione congiunturale di forte tensione, a livello nazionale e comunitario, sui mercati dell’energia , in particolare di quello del gas naturale, con prezzi nei mercati all’ingrosso che hanno superato i 200 €/MWh (più del doppio dei prezzi, già molto elevati, registrati nei mesi precedenti e pari a circa dieci volte i prezzi medi degli ultimi cinque anni) sia nelle quotazioni spot sia in quelle a termine relative ai prossimi sei mesi". Partendo da qui, ecco la previsione choc: "In ragione dell’attuale andamento dei prezzi del mercato all’ingrosso - ragiona l'Autorità -, per il trimestre ottobre - dicembre 2022 , è atteso, laddove dovessero mantenersi i livelli delle quotazioni degli ultimi giorni, un ulteriore incremento delle bollette per le famiglie, stimabile oggi di oltre il 100% rispetto al trimestre in corso".

Il documento Arera in Pdf

Inverno incerto

"La forte incertezza circa la disponibilità effettiva di un’ adeguata offerta di gas naturale per il prossimo inverno - prosegue il ragionamento di Arera - unitamente a prezzi elevati sta comportando, tra l’altro, difficoltà per gli esercenti la vendita a reperire sui mercati all’ingrosso i volumi necessari per soddisfare la domanda, inclusa quella per uso domestico e, per molti clienti finali, a concludere contratti di fornitura per il prossimo anno termico (a partire dal 1° ottobre). Questa difficoltà a trovare sufficienti volumi di gas all’ingrosso, segnalate all’Autorità da grandi consumatori gas, singoli operatori, e dalle associazioni che li rappresentano, fanno presagire una potenziale crescita dei casi di attivazione del servizio di default trasporto, volto a garantire transitoriamente la disponibilità di gas per i venditori rimasti senza un fornitore all’ingrosso, nonché di un successivo trasferimento massivo dei clienti finali nei servizi di ultima istanza (servizio di fornitura di ultima istanza e servizio di default distribuzione)".

A questo link tutte le informazioni di Arera

Ancora: "L’eventuale default dei venditori (come, peraltro, già avvenuto in diversi Paesi europei) si ripercuoterebbe sull’equilibrio economico finanziario del sistema producendo un aumento dei costi da socializzare a carico della generalità dei clienti finali, per effetto delle risoluzioni dei contratti di bilanciamento o di distribuzione degli operatori e/o dell’aumento della morosità dei clienti finali. Situazioni analoghe si sono già verificate nello scorso inverno e hanno comportato uno squilibrio del sistema per alcune centinaia di milioni di euro che potrebbero richiedere una socializzazione".

Le richieste dell'Unione nazionale consumatori

L'Unione nazionale consumatori fa proprio l'allarme e rilancia, chiedendo al governo di attrezzarsi subito, tenendo ben presente che non potranno bastare gli aiuti previsti dal Dl aiuti in passato. Ma l'intervento è urgente anche perché le bollette hanno un impatto diretto sull’inflazione. 

L'Adiconsum

La stessa richiesta viene ribadita da Carlo De Masi , presidente nazionale di Adiconsum.

‘’All’annuncio di Arera del possibile aumento del 100% del prezzo del gas devono corrispondere misure immediate quanto urgenti da parte del governo’’, insiste. Quindi chiede "l’emanazione dei decreti attuativi sulle comunità energetiche rinnovabili e la semplificazione amministrativa per la massima diffusione delle energie rinnovabili; la sterilizzazione di oneri, accise e Iva sugli aumenti del gas e dell’energia elettrica; l’utilizzo degli extra-profitti delle imprese energetiche per l’installazione di impianti di energia rinnovabile (fotovoltaici ecc.) a partire dai cittadini-consumatori più fragili e vulnerabili; una campagna istituzionale di informazione/comunicazione sull’uso razionale dell’energia’’.

Bollette del gas, Arera: possibile aumento del 100% a ottobre

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?