Lavori in autostrada
Lavori in autostrada
Bologna, 15 luglio 2021 - Sconti o riduzione dei pedaggi oggi sono attivi in Liguria e in Toscana, Autostrade per l’Italia ha deciso di correre ai ripari, invogliata anche dal pressing della politica. Ma si può fare di più. Eccoti allora la App pensata da Free to X – società di Aspi – che permetterà di essere rimborsati dopo un viaggio da incubo. Per ora c’è l’annuncio, mancano i dettagli. Anche se sembra chiara una prima distinzione, per ottenere un risarcimento, totale o parziale, il nostro ritardo dovrà essere provocato dai lavori, gli incidenti non c’entrano perché sono eventi imprevedibili. Nelle intenzioni della...

Bologna, 15 luglio 2021 - Sconti o riduzione dei pedaggi oggi sono attivi in Liguria e in Toscana, Autostrade per l’Italia ha deciso di correre ai ripari, invogliata anche dal pressing della politica. Ma si può fare di più. Eccoti allora la App pensata da Free to X – società di Aspi – che permetterà di essere rimborsati dopo un viaggio da incubo. Per ora c’è l’annuncio, mancano i dettagli. Anche se sembra chiara una prima distinzione, per ottenere un risarcimento, totale o parziale, il nostro ritardo dovrà essere provocato dai lavori, gli incidenti non c’entrano perché sono eventi imprevedibili. Nelle intenzioni della società, il sistema dovrebbe essere operativo entro l’estate. Serve un ultimo rodaggio con tutti gli enti coinvolti sulle modalità di gestione e sui tempi di rimborso.

L’estate bloccata in autostrada. Cantieri e code, è uno scandalo

Il meccanismo va nella direzione di quello che chiedeva Furio Truzzi, genovese e presidente di Assoutenti, 70mila associati e una missione, tutelare i diritti di chi viaggia. Lui la domanda sui cantieri – perché non hanno sfruttato il lockdown – se l’è fatta anche nei giorni della lunga serrata. A inizio anno aveva presentato richiesta di esenzione dei pedaggi per ripagare i dannati delle autostrade. Il presidente della Liguria Toti ne ha fatto una battaglia. Vinta. Ma quel che sta a cuore ad Assoutenti è il sistema. "Chiediamo un indennizzo da traffico. Perché i cantieri non sono solo estivi. Bisogna trasferire anche sulle autostrade quel che succede già quando si prende un aereo o un treno". Truzzi è certo: tecnicamente è fattibile. E la vede così: "Dopo un certo tempo scatta l’algoritmo e quindi ai caselli arriva la riduzione, variabile. La tecnologia c’è, mi dicono gli esperti che si può fare. Noi abbiamo avanzato la richiesta ai primi di giugno al ministero delle Infrastrutture. Nessuno ad oggi ci ha risposto. Davvero sconfortante". Per ora il ministro Giovannini ha rilanciato l’idea sui giornali. E se Aspi si è messa avanti, al momento non si hanno notizie di iniziative simili prese da altri.

Estate in coda, l’Anas dimezza i cantieri. Ne troveremo uno ogni 82 chilometri

Stando alle ambizioni trapelate, nei piani del maggiore gestore, Aspi, con la App si potrebbe arrivare a migliorare le regole delle ferrovie, a pesare sarebbe infatti un fuori orario che parte dai 15 minuti in su. L’applicazione dovrà essere scaricata e per vederci arrivare il bonifico sul conto corrente dovremo fornire tutti i dati sul nostro viaggio, a cominciare dal biglietto del pedaggio o dal Telepass.

Nell’attesa, Assoutenti raccoglie le segnalazioni dei viaggiatori e si prepara a una class action "per il tempo rubato, che ha un certo tipo di valore. Stiamo raccogliendo le adesioni, ne abbiamo alcune migliaia, i nostri legali stanno verificando la forma migliore". Tra le tante richieste: "Quando apri un cantiere, devi mandarlo avanti, h 24". Anche per questo, a dicembre 2020 "abbiamo chiesto di introdurre un esperto nominato dai consumatori per la valutazione di un impatto sociale dei lavori". Ma il vero sogno è un altro: "Vedere uno come il generale Figliuolo gestire i cantieri delle autostrade italiane".