Venezia, 1 novembre 2021 - Dopo l'uragano mediterraneo in Sicilia, una giornata di Ognissanti funestata dal ciclone Poppea e un martedì con una breve pausa più asciutta, da mercoledì un nuovo intenso ciclone carico di temporali, freddo e pure neve è pronto a raggiungere l'Italia. IlMeteo.it comunica che oggi la tempesta Poppea si troverà alla massima potenza scaricando ingenti quantità di pioggia al Nord e sul Centro Tirrenico. Dopo un martedì 2 novembre all'insegna di un temporaneo miglioramento, da mercoledì 3 una seconda perturbazione accompagnata da aria più fredda in arrivo dal nord Europa proietterà il nostro Paese verso un deciso peggioramento del tempo, con il rischio di piogge intense e temporali su buona parte del Centro Nord. Successivamente il peggioramento raggiungerà anche la Campania dove saranno possibili dei veri e propri nubifragi con forti venti soprattutto a ridosso dei litorali. 

Il grafico di 3bmeteo sul peggioramento del tempo

Sommario

L'allerta meteo della Protezione civile

Sulla base dei fenomeni previsti il Dipartimento di Protezione civile ha valutato per oggi l'allerta gialla per Emilia-Romagna, Umbria, Lazio, Calabria, Sicilia e su alcuni settori di Veneto, Liguria, Marche, Campania e Basilicata.

Cop26 Glasgow. "Ultimi 7 anni i più caldi di sempre"

Il ritorno della neve

La presenza di aria fredda inoltre darà vita a un brusco calo delle temperature, più avvertibile sulle regioni settentrionali, con la possibilità più che concreta di un ritorno di importanti nevicate sul comparto alpino: i fiocchi dapprima scenderanno sulle Alpi sopra i 1500/1600 metri, poi, da giovedì potrebbero spingersi fin verso i 1000/1200 metri di quota specie sull'alta Lombardia e su tutte le Dolomiti con la neve che potrebbe imbiancare località come Livigno (SO), Madonna di Campiglio (TN), Solda (BZ) e Cortina d'Ampezzo (BL).

L'acqua alta a Venezia

Il Centro Maree del Comune di Venezia ha diramato l'allerta acqua alta per la giornata di oggi. L'aggiornamento delle previsioni meteorologiche conferma il passaggio sul Mediterraneo di una depressione con conseguenti intensi e persistenti venti di scirocco sull'Adriatico. Da qui la marea prevista a Venezia di 120-130 cm alle 20:45. Il Mose è stato attivato dopo le 18 in previsione del picco.

Acqua alta a Venezia, la previsione

La mappa di 3bmeteo

Nevicate sulle Dolomiti bellunesi. Neve anche al Brennero e a passo Resia

Cinque mete in Piemonte dove ammirare il foliage in autunno