Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
26 mag 2022

La nipote di Kruscev: Putin dittatore. "Mio nonno avrebbe salvato l’Ucraina"

"I russi non odiano l’Occidente. Però è vero che il mondo è dominato dalle certezze anglo americane. Cosa ha scatenato l’invasione? Un sentimento imperialista, la voglia di contare come ai tempi dell’Urss"

26 mag 2022
marcella cocchi
Cronaca
featured image
Nina Kruscev col nonno Nikita e la nonna (anche lei di nome Nina) nel 1967
featured image
Nina Kruscev col nonno Nikita e la nonna (anche lei di nome Nina) nel 1967

Lei lo aveva detto fin da subito: "Mio nonno e Kennedy non sarebbero mai arrivati a un’escalation così. E l’Ucraina sarebbe stata salvata". Suo nonno era l’ex leader sovietico Nikita Kruscev. E lei, per essere precisi, è la sua pronipote, perché figlia della nipote di Kruscev, Julia, adottata da lui come una figlia. Ora, dall’America, dove vive e insegna, spiega che cosa sia l’Ucraina per la Russia e quale sarebbe la via d’uscita dalla guerra. Putina. "Russia più forte grazie alle sanzioni" Nina Krushcheva, da russa e da studiosa di Storia, cosa pensa delle ultime mosse di Putin? "Putin sta dicendo che l’”operazione militare speciale in Ucraina” sarà portata a termine. È stato coerente. Gli obiettivi in Donbass possono già essere spacciati come una “vittoria”". Una vittoria, dice? "Mariupol è sotto il controllo russo, Kherson e le repubbliche auto-proclamatesi di Donetsk e Luhansk sono prossime all’esserlo. Il Cremlino ha impiegato più tempo del previsto, ma ci sta arrivando. La domanda ora è se andrà ancora avanti". In America, ma anche in Germania, si è sollevata la questione se Putin sia malato o squilibrato. Lei, che lo contesta da anni, come lo considera? "Non ci sono prove della sua malattia. Rumors simili in Russia sono circolati per anni. Ma il desiderio altrui che lo sia o che accada non rende ciò vero. Putin è un autocrate, anzi un dittatore ora, e tutti i dittatori soffrono di un malessere simile: sono paranoici, sospettosi, pervasi dall’idea che solo loro sappiano qual è il bene della nazione. Questo descrive in qualche modo anche Putin". Qual è la vera ragione per cui ha voluto riaccendere le ambizioni imperialiste sovietiche? "Non è questione di ambizioni imperialistiche sovietiche. È una visione limitata, ignorante, di una parte politica soprattutto americana, che l’Europa tende a ripetere a pappagallo. Viviamo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?