Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
23 lug 2021

Figliuolo, ultimatum ai prof no vax. "Avete tempo fino al 20 agosto"

Conto alla rovescia, poi si valuterà l’obbligo. L’altro obiettivo è vaccinare il 60% dei ragazzi. Ma i presidi mettono le mani avanti: "Senza distanziamento sarà inevitabile la didattica a distanza"

23 lug 2021
alberto pieri
Cronaca
This handout photo provided by the Chigi Palace Press Office shows Italian COVID Commissioner Francesco Figliuolo during a press conference in Rome, Italy, 18 June 2021.
ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE/ FILIPPO ATTILI
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++
Il generale Francesco Figliuolo (Ansa)
This handout photo provided by the Chigi Palace Press Office shows Italian COVID Commissioner Francesco Figliuolo during a press conference in Rome, Italy, 18 June 2021.
ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE/ FILIPPO ATTILI
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++
Il generale Francesco Figliuolo (Ansa)

A settembre tutti in classe. Il rientro a scuola in sicurezza è una priorità del governo Draghi. E ieri, il commissario straordinario, Francesco Figliuolo, ha preso carta e penna per chiedere alle Regioni di scoprire le carte sul personale docente non vaccinato. Con tanto di ultimatum: entro il 20 agosto. A far saltare sulla sedia i governatori è soprattutto il passaggio nella missiva in cui si chiede di comunicare "le mancate adesioni al vaccino". Qualcuno pensa subito a un elenco dettagliato con tanto di nomi e cognomi, in violazione evidente di qualsiasi norma sulla privacy. Un equivoco che costringe il commissario a una frettolosa precisazione. "Non abbiamo chiesto un elenco, ma una generica quantificazione delle mancate adesioni ai fini statistici". Ma ormai la polemica è innescata. E in fondo la sostanza non cambia. Al momento, i docenti che si sono "immunizzati" sono l’86% del totale, sette punti in meno rispetto alla soglia del 93% indicata dal governo. Tanto che perfino il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, non esclude la possibilità di obbligo vaccinale per tutto il personale scolastico. "Al momento gli indecisi sono concentrati solo in alcune regioni. Auspichiamo che entro il 20 agosto tutta la categoria risponda in maniera convinta all’invito a vaccinarsi. Ma se a quella data il problema dovessero persistere, credo sia opportuno valutare l’ipotesi dell’obbligo vaccinale". Ma non ci sono solo gli insegnanti e il personale non docente. Per dire definitivamente addio alla stagione della didattica a distanza occorre affrontare anche il tema della scarsa adesione degli under 20 alla campagna di vaccinazione. Tanto che il Commissario torna ad alzare l’asticella: "Il nostro obiettivo è di avere entro la prima decade di settembre il 60% dei ragazzi vaccinati per tornare in presenza o con pochissime limitazioni". Il conto alla rovescia è già cominciato. Draghi considera essenziale ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?