Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
2 gen 2022

Rientro a scuola, l'ipotesi: "In Dad gli studenti non vaccinati". Date per regione

Contagi alle elementari, il governo punta all’autosorveglianza per gli immunizzati. Lega e 5S contrari

2 gen 2022
giulia prosperetti
Cronaca
Pupils, parents and teachers demonstrate against distance learning (DAD, didattica a distanza) in Turin, Italy, 26 March 2021. Pupils and teachers in 60 Italian cities were striking and staging protests against distance learning on Friday. The protest-strike was called by the Priorità alla Scuola community and some unions. Around eight in 10 pupils in Italy are currently doing lessons via distance learning due to COVID-19 restrictions.
ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO
Protesta contro la Dad (Torino, marzo 2021 - Foto Ansa)
Pupils, parents and teachers demonstrate against distance learning (DAD, didattica a distanza) in Turin, Italy, 26 March 2021. Pupils and teachers in 60 Italian cities were striking and staging protests against distance learning on Friday. The protest-strike was called by the Priorità alla Scuola community and some unions. Around eight in 10 pupils in Italy are currently doing lessons via distance learning due to COVID-19 restrictions.
ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO
Protesta contro la Dad (Torino, marzo 2021 - Foto Ansa)

Roma, 2 gennaio 2022 - Evitare nuove chiusure e assicurare il regolare svolgimento delle attività isolando, in presenza di situazioni a rischio, solo i non vaccinati. La linea Draghi applicata alla scuola spacca la maggioranza e fa insorgere opposizione e sindacati. Il punto, in vista del ritorno a scuola dopo le feste, è stato fatto lo scorso 31 dicembre in occasione di un confronto tra i ministri dell’Istruzione e della Salute, Patrizio Bianchi e Roberto Speranza, e le Regioni. Cartabellotta: "Scuola rappresenta bacino di contagi" Sbarra (Cisl): "Il governo non perda tempo. Obbligo vaccinale per tutti" Scuole elementare e prima media Per garantire la didattica in presenza tutelando al contempo la salute, l’ipotesi sul tavolo è quella di imporre anche per le scuole elementari e la prima media – così come già previsto per le superiori –, nel caso di due studenti risultati positivi in una classe, l’autosorveglianza per i ragazzi immunizzati (vaccinati da 120 giorni o guariti negli ultimi tre mesi) che resteranno in presenza con mascherina Ffp2 e la quarantena di 10 giorni con Dad e tampone al termine dell’isolamento per i non vaccinati.  Con tre contagi in una sola classe, sarebbe poi la Asl a valutare ulteriori provvedimenti. Scuole d'infanzia  Nelle scuole dell’infanzia resterebbe, invece, la quarantena di dieci giorni per tutti con tampone con un solo caso positivo. Date di rientro Ad oggi, intanto, di fronte al forte incremento dei contagi nel Paese e ai timori dell’insorgenza di nuovi casi dopo le vacanze, alcune Regioni (Veneto, Campania, Liguria, Molise, Piemonte, Puglia, Valle d’Aosta e provincia di Bolzano) frenano posticipando al 10 gennaio l’inizio delle lezioni. Nel resto d’Italia la data ufficiale rimane venerdì 7 anche se, in base all’autonomia scolastica, all’interno delle stesse regioni e città emergono differenze con diversi istituti, soprattutto quelli che attuano la settimana corta, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?