3 mag 2021

Covid, scuola d’estate anche senza prof. I presidi: "Laboratori, non lezioni"

I paletti di Giannelli (Anp): "Sono stati mesi durissimi, il nuovo impegno dovrà essere pagato"

giovanni rossi
Cronaca
featured image
Scuola d'estate

Roma, 3 maggio 2021 - "Ci aspetta un’estate di superlavoro. I 510 milioni stanziati per tenere aperte le scuole tra giugno e agosto sono un investimento importante in fiducia e partecipazione. Purché non si confondano i piani: l’attività formativa non sarà di tipo tradizionale". Antonello Giannelli, presidente dell’Anp (Associazione nazionale presidi) raccoglie la doppia sfida lanciata dalla pandemia e dal neoministro alla Pubblica istruzione Patrizio Bianchi con il piano estivo "ad adesione volontaria di studenti, famiglie e personale della scuola". Bollettino Covid del 3 maggio: Italia e regioni Covid e viaggi: Ue propone nuove regole. Meno restrizioni e test per i bambini È la formula giusta? "Un piano così ambizioso non potrebbe vivere altrimenti. Sono famiglie e dirigenti scolastici a sapere se in quella scuola – di quel territorio – c’è o non c’è bisogno di un’offerta formativa adeguata alla stagione: non certo lezioni in senso classico, ma moduli e laboratori educazione motoria, arte, canto, italiano e lingue straniere, media, robotica e competenze digitali". Ammettiamo che il bisogno socio-educativo emerga. E se poi i prof restano a casa? "I docenti non possono essere costretti a svolgere attività al di fuori degli obblighi contrattuali, che a luglio e agosto prevedono fruizione delle ferie, eventuali attività organizzative collegiali o corsi di recupero. Il Piano nasce con altre premesse e infatti consente il più ampio coinvolgimento di educatori esterni con specifiche competenze anche appartenenti al terzo settore". I sindacati della scuola stanno sul chi va là. Anche voi presidi siete poco entusiasti? "Semplicemente, qualsiasi esercito ha bisogno di riposarsi tra una battaglia e l`altra. E questo principio, valido sempre, lo è ancora di più per il personale della scuola reduce da mesi difficilissimi, tra aperture, chiusure, dad, programmi da ricalibrare in corsa. Il Piano estate, che ha una sua specifica valenza, non può diventare ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?