Roma, 1 novembre 2021 - Netta crescita dei nuovi ricoveri da Covid in Italia. E' il dato più saliente del bollettino (qui quello aggiornato a oggi 2 novembre) a cura di ministero della salute e Protezione civile (sotto tutti i dati). I nuovi casi oggi sono 2.818 , ieri erano stati 4.526. Sono invece 20 le vittime in un giorno (ieri 26). Numeri, questi, in calo come del resto ci aspettiamo dopo ogni weekend quando la contabilità dell'epidemia rallenta. Gli occhi sono puntati però sulla pressione ospedaliera. Cresce infatti il numero dei pazienti che si trovano in terapia intensiva (+22). E soprattutto aumentano decisamente i ricoveri ordinari (+109). Su anche il tasso di positività. 

Zona gialla alle porte: le regioni a rischio. I dati di terapie intensive e ricoveri

Covid fuori controllo nell'Est Europa. Strage tra Romania, Bulgaria, Ucraina e Russia

La curva dei contagi in Italia è tornata a salire negli ultimi giorni. E anche quella dei ricoveri. Secondo le analisi del fisico Giorgio Sestili, fondatore della pagina Facebook 'Coronavirus-Dati e analisi scientifiche' i casi di Coronavirus stanno raddoppiando in Italia a intervalli di circa tre settimane, con una crescita esponenziale che procede lentamente, con un ritmo confrontabile a quello che si registrava tra la fine di settembre e i primi di ottobre 2020. 

Quanto stanno crescendo i contagi in Italia

A livello mondiale è stata superata oggi la soglia dei 5 milioni di morti, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Proroga dello stato d'emergenza. Speranza: "Valutiamo"

Sommario

Il bollettino Covid di oggi

Sono 2.818 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 4.526. Sono invece 20 le vittime in un giorno (ieri 26). Qui tamponi sono 148.725 (ieri 350.170) per un tasso di positività che sale all'1,9% (+0,6%). In calo invece il numero dei morti: oggi 20 contro i 26 di ieri per un totale, da inizio pandemia, di 132.120 vittime. Cresce il numero dei pazienti che si trovano in terapia intensiva, +22 (ieri -4). Ora sono 364 in tutto con 33 ingressi giornalieri e continuano ad aumentare quelli ricoverati nei reparti ordinari: +109 contro i +47 di ieri per totale di 2.863 unita'.

Qui sotto la tabella con tutti dati regione per regione. 

Terapie intensive 

Terapie intensive, nelle Marche il dato peggiore d'Italia

Le regioni / Lazio

"Oggi nel Lazio su 6.145 tamponi molecolari e 7.374 tamponi antigenici per un totale di 13.519 tamponi, si registrano 445 nuovi casi positivi, 3 i decessi, 407 i ricoverati (+19), 57 le terapie intensive (+5) e 209 i guariti". Lo rende noto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato che aggiunge: "Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,2%. I casi a Roma città sono a quota 219".

Emilia-Romagna

Sono 407 i nuovi casi individuati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di quasi 11mila tamponi eseguiti. Non si registrano, invece, decessi. Poco meno della metà dei nuovi casi (179) sono asintomatici. Il numero dei casi attivi rimane attorno a quota 7.500, con il 95,5% in isolamento domiciliare perché non necessita di cure particolari. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 30 (due in più di ieri), quelli negli altri reparti Covid 309 (sempre due in più). In termini assoluti, la provincia con il numero più alto dei contagi è Bologna con 97 casi, 39 dei quali nell'Imolese, seguita da Modena (84), Reggio Emilia e Forlì-Cesena (47).

Veneto

Sono 362 i nuovi casi di Covid registrati in Veneto nelle ultime ore a fronte di 5.820 tamponi molecolari e 6.219 tamponi antigenici. I morti sono 4.

Campania

Sono 354 i nuovi casi di Covid in Campania su 8.585 tamponi analizzati. Il dato è relativo alla giornata di ieri. Nessun nuovo decesso viene registrato nel bollettino diffuso oggi dall'unità di crisi regionale. In Campania sono 19 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 259 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

Toscana

"I nuovi casi registrati in Toscana sono 204 su 10.810 test di cui 4.424 tamponi molecolari e 6.386 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,89% (5,1% sulle prime diagnosi)". Questi i numeri riferiti dal presidente della regione, Eugenio Giani. I decessi sono 4.

Sicilia 

In Sicilia oggi 295 nuovi positivi al Covid e due decessi.

Lombardia

Con 29.319 tamponi effettuati sono 186 i nuovi casi in Lombardia, con il tasso di positività in leggera crescita allo 0,6% (ieri 0,5%). Stabili i ricoverati in terapia intensiva (45), mentre calano negli altri reparti (-6, 288). I decessi sono 3 per un totale di 34.162 morti dall'inizio della pandemia. 

Puglia

Oggi in Puglia si registrano 95 nuovi contagi (1,3% dei 7.469 test) e nessun decesso. La maggioranza dei casi è stata individuata nelle province di Bari (27) e Foggia (44). Seguono Lecce (13 casi), Taranto (8), Brindisi (2), Barletta-Andria-Trani (1 caso). Delle 3.125 persone attualmente positive 139 sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva.

Piemonte

Ricoverati Covid in aumento in Piemonte: in terapia intensiva sono 21 (+2 rispetto a ieri), negli altri reparti 188 (+10). Il bollettino dell'Unità di crisi della Regione riporta, inoltre, un decesso, relativo a giorni precedenti, con totale delle vittime da inizio pandemia salito a 11.814. I nuovi casi positivi sono 88, con una quota dello 0,5% rispetto ai tamponi analizzati, dei quali 65 dopo test rapido. In totale i test diagnostici nelle ultime 24 ore in Piemonte sono 18.680, di cui 16.935 antigenici. La quota dei positivi asintomatici è del 73,9%, le persone in isolamento domiciliare 4.050, i nuovi guariti 78,

Friuli Venezia Giulia

In Friuli Venezia Giulia 72 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Nella giornata odierna non si registrano decessi; sono 18 le persone ricoverate in terapia intensiva mentre ammontano a 75 i pazienti ospedalizzati in altri reparti. "L'aumento dei nuovi casi a Trieste è esponenziale", ha detto il responsabile task force sanitaria regionale, Fabio Barbone, in conferenza stampa con i vertici della Regione. "Si sale molto rapidamente e si scende molto lentamente"». Nell'ultima settimana in "provincia di Trieste si sono registrati 801 nuovi casi, il doppio della settimana precedente". Questo "ha portato a un tasso di infezione di 350 casi per 100mila abitanti negli ultimi 7 giorni, poco meno del triplo rispetto al resto della regione. Il dato di incidenza ci fa tornare indietro alla primavera 2021 e all'autunno 2020". Ora, "la variabile tempo è fondamentale". A Trieste e si evidenzia "il più grande focolaio della regione: 93 soggetti, partecipanti a manifestazioni no green pass".

No Green pass, Trieste vieta proteste a piazza Unità d'Italia

Le altre regioni

In Calabria registrati 56 contagi e 2 morti. Sono 49 i nuovi casi in Alto Adige, 33 in Abruzzo, 13 in Umbria. In Sardegna 21 casi e un morto. In Basilicata 7 nuovi casi e nessun decesso. In Molise un contagio. Non si registrano casi in Valle d'Aosta.

Sempre peggio in Russia

All'estero la situazione è peggiorata in molti Paesi, in particolare in quello con una bassa percentuale di popolazione vaccinata. Per il terzo giorno consecutivo, la Russia ha registrato oltre 40mila nuovi casi di Covid: il dato delle ultime 24 ore è 40.402 dopo che ieri si era arrivati a 40.993. I nuovi decessi sono 1.155. L'incidenza è in aumento in tutte le regioni, fanno sapere le autorità sanitarie: la maggior parte dei casi e' stata rilevata a Mosca (7.103) e a San Pietroburgo (3.250). Intanto, il dato sulle morti in eccesso nel Paese, da inizio della pandemia fino a fine settembre 2021, è schizzato a 723mila, senza contare ottobre mese in cui l'ultima ondata è stata particolarmente aggressiva.

Grecia, casi record 

In Grecia si registra un record di nuovi casi dall'inizio della pandemia: 5449. Registrati anche 52 nuovi decessi, per un totale di 15.990, anche questo un numero altissimo su un Paese di soli 11 milioni di abitanti. Il portavoce del governo, Giannis Oikonomou, ha sottolineato che la priorità è aumentare il numero dei vaccinati, che oggi si attesta solo al 60,5% della popolazione.

Germania, l'incidenza sale ancora

Continuano a crescere i casi in Germania. Il bollettino odierno riporta 9.658 nuovi contagi e 23 decessi. L'incidenza, calcolata nell'arco di sette giorni, è salita oggi a 154,8 casi su 10mil abitanti, secondo i dati dell'Istituto Robert Koch. Ieri l'incidenza era 149,4 e una settimana fa 110,1.

L'Australia riapre i confini

Va sicuramente meglio in Australia, che ha riaperto oggi i suoi confini dopo quasi 600 giorni di chiusura causa Covid, e all'aeroporto di Sydney molti amici e familiari hanno potuto riabbracciarsi per la prima volta da 19 mesi a questa parte. Il 20 marzo 2020 il continente aveva disposto una delle chiusure delle frontiere più severe al mondo per proteggersi dalla pandemia di Covid-19. Decine di migliaia di australiani che vivono all'estero non sono stati in grado di tornare in patria per oltre un anno e mezzo con pochissime eccezioni, condizionate dall'obbligo di una costosa quarantena di 14 giorni in hotel.