29 mar 2022

Covid in Italia: i contagi impennano. Bollettino del 29 marzo regione per regione

Sfiorati i 100mila nuovi casi in un giorno, salgono i ricoveri. Le vittime sono 177. I dati sull'epidemia di coronavirus: la Lombardia supera quota 12mila nuovi positivi, Lazio e Campania oltre 11mila. Veneto +9.649

featured image
Covid: i dati del 29 marzo 2022

Roma, 29 marzo 2022 - Contagi Covid in netta risalita in questo martedì 29 marzo. Dopo il calo 'fisiologico' del lunedì (risultato di un minor numero di tamponi processati), la curva dei nuovi casi torna a crescere. Il bollettino del ministero della Salute, con gli aggiornamenti sull'epidemia di coronavirus in Italia, segnala 99.457 nuovi positivi e un tasso di positività in aumento (15%). Lievita il numero dei morti: 177. Nuovo balzo di ricoveri: +244 rispetto a ieri, mentre sono stabili le terapie intensive. Impennata di infezioni registrate in Lombardia, con più di 12mila infezioni giornaliere e in Veneto (9.600). Forte rialzo anche in Puglia (oltre 10mila) e in Lazio (oltre 11mila). Sopra quota 11mila casi anche la Campania.

Covid, il bollettino del 30 marzo

Covid: i dati del 29 marzo 2022
Covid: i dati del 29 marzo 2022

Pass, mascherine e quarantene: cosa cambia dal primo aprile

Sommario

Il rialzo di nuovi casi e ospedalizzazioni non sembra comunque allarmare le autorità sanitarie che, pur predicando cautela, si dicono favorevoli alle riaperture in programma dal primo aprile, in concomitanza con la fine dello stato di emergenza. Un alleggerimento che arriverà anche se i dati dell'occupazione dei posti nei reparti ospedalieri di area non critica da parte di pazienti Covid risalgano oggi al 15% in Italia (un anno fa era però al 43%). Secondo i numeri Agenas nelle ultime 24 ore cresce in 9 regioni, superando in 7 il 20%: Abruzzo (21%), Calabria (34%), Umbria (32%), Basilicata (28%), Sicilia (25%), Marche (23%), Puglia (21%). L'occupazione delle terapie intensive, invece, è stabile al 5% in Italia a fronte del 40% raggiunto un anno fa, ed è sotto il 10% in tutte le regioni, eccetto la Calabria dove sale di 2 punti percentuali e raggiunge il 12%.

Una chiave di lettura del deciso rialzo dei contagi la fornisce Massimo Galli. "È un dato di fatto che Omicron 2 si sta mostrando rapidamente in grado di sostituire Omicron 1, con una velocità che delta e alfa non avevano", dice il professore ad Agorà, su Rai Tre. Per questo "si sta velocemente, non gradualmente, sostituendo alla 1 e sostiene in tutta Europa un nuovo incremento di casi di Covid-19. E quando i casi sono tanti, anche se la variante non è particolarmente cattiva, corrispondono a un aumento di ospedalizzazioni, anche in intensiva". 

Dati Covid del 29 marzo con tabella

Sono 99.457 i nuovi contagi da Sars-Cov-2 nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, su 660.708 test. Ieri erano stati 30.710. Il tasso di positività è al 15%, in aumento rispetto al 14,5% di ieri. Le vittime sono invece 177, in aumento rispetto alle 95 di ieri. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 487, stabili rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 46. I ricoverati nei reparti ordinari sono 9.740, ovvero 244 in più rispetto a ieri. 

Le regioni / Lombardia

La Lombardia torna ad essere la Regione con più nuovi casi: 12.518 quelli segnalati oggi, a fronte di 99.284 tamponi effettuati (il 12,6%); 21 i morti. In terapia intensive si registra un lieve calo (46, -1) mentre aumentano i ricoverati negli altri reparti (1.010, +43). Il maggiore numero di contagi si registra nel Milanese con 4.088 casi di cui 1.857 a Milano città. Bollettino Lombardia

Campania

Boom di casi in Campania, dove si registrano 11.755 positivi al Covid nelle ultime 24 ore. Di questi 10.407 sono stati tracciati con test antigenico e 1.348 con molecolare. I tamponi sono 63.015 di cui antigenici 49.100 e molecolari 13.915. I decessi sono 8 nelle ultime 48 ore; 5 deceduti in precedenza ma registrati. Ammontano a 41 i posti letto occupati in terapia intensiva, 712 i pazienti ricoverati in degenza.

Lazio

Quasi triplicati i contagi in Lazio. Su 12.927 tamponi molecolari e 66.325 (totale di 79.252 tamponi), si registrano oggi 11.430 nuovi casi (+7.012) a fronte di 10 decessi (+1), 1.200 i ricoverati (+42), 79 le terapie intensive (+5) e +9.526 i guariti. "Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14,4%. I casi a Roma città sono a quota 5.222", comunica l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. 

Puglia

Impennata dei contagi in Puglia, sono 10.805 i nuovi casi di coronavirus (ieri 2.791) rilevati su 48.726 test giornalieri effettuati nelle ultime 24 ore. Un dato che fa schizzare al 22,1% l'incidenza che ieri era all'11,9%. Le vittime sono dieci mentre delle 116.924 persone attualmente positive, 653 (ieri erano 625) sono ricoverate in area non critica e 38 in terapia intensiva (ieri 39). I nuovi casi in provincia di Bari sono 3.353, mentre in provincia di Lecce sono 2.838. Questa distribuzione nelle altre province: Taranto, 1.431; Foggia, 1.358; Brindisi, 979; Bat, 768.

Veneto

Forte rialzo dei contagi in Veneto. La regione comunica oggi 9.649, individuati con quasi 100 mila tamponi con un'incidenza del 9,76%". Così il governatore Luca Zaia: "Guardando ai ricoveri, quelli in area medica sono 849 (+46), anche se in terapia intensiva sono 56 (-1). Al momento l'incidenza è del 2,7%, ampiamente sotto i parametri. Anche nell'area media (8,8%) siamo sotto. Non siamo preoccupati, anche se la situazione si sta complicando. L'attenzione va concentrata sui soggetti fragili, che non possono ammalarsi di Covid".

Toscana

Sono 6.833 i casi di Covid registrati in Toscana nelle ultime 24 ore (età media 41 anni). La regione comunica oggi altri 15 morti, le ultime vittime sono state tre a Firenze, Prato e Siena, due a Lucca, una a Massa Carrara, Pisa, Livorno e Arezzo e portano a 9.469 il totale dei deceduti dall'inizio dell'epidemia. I guariti crescono dello 0,5% e raggiungono quota 915.869 (94% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 48.781 (+4% su ieri). Tra loro i ricoverati sono 883 (+20 persone il saldo su ieri tra ingressi e uscite, pari al +2,3%) di cui 38 in terapia intensiva (-1 persona il saldo, pari al -2,6%). 

Sicilia 

Sono 6.628 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, emersi su 37.411 tamponi processati. Il tasso di positività è del 17,7%. Il report di oggi segnala anche 31 decessi, anche se soltanto quattro risalgono alla giornata del 28 marzo e gli altri ai giorni precedenti. Boom di guarigioni (7.958), mentre il numero complessivo degli attuali positivi sull'isola è di 225.505 (512 in meno rispetto a ieri). I ricoverati in ospedale sono 1.040 (ieri erano 1.019), di cui 58 in terapia intensiva. 

Calabria

Torna ad impennarsi la curva dei contagi in Calabria: sono 4.214, ieri erano 1.766, i casi di Covid 19 riscontrati nelle ultime ore con 17.253 tamponi eseguiti e il tasso di positività che dal 21,57 balza al 24,42%. Sette i decessi che portano il totale delle vittime a 2.285 dall'inizio della pandemia. Due ricoveri in più si contano nei reparti ordinari (378); calano gli ingressi in terapia intensiva, -4 (21). I guariti sono 214.326 (+2.773) mentre ci sono 74.179 attualmente positivi (+1.434) e 73.780 in isolamento domiciliare (+1.436). 

Piemonte

Sale all'11% il tasso di positività al Covid in Piemonte, riscontrato con l'esito di 35.121 tamponi, di cui 35.121 antigenici: i nuovi casi sono 3.874, il numero più alto degli ultimi mesi. I ricoverati sono 2 in più in terapia intensiva - in totale ora 22 - e 6 in meno negli altri reparti (604). Sette i decessi, nessuno relativo a oggi; i nuovi casi guarigione sono 3.274, le persone in isolamento domiciliare 51.040 Il totale dei casi positivi dall'inizio della pandemia in Piemonte diventa 1.048.055, i morti 13.187, i guariti 983.202. 

Marche

Sono 3.323 i nuovi contagi nelle Marche (ieri 514) a fronte di 9.679 tamponi testati (7.947 nuove diagnosi e 1.732 nel percorso guariti) il tasso di positività si attesta al 41,8%, mentre il tasso di incidenza positivi ogni 100mila abitanti scende a 1.078,12. Dei casi odierni 546 sono stati rilevati in provincia di Ascoli Piceno, 547 a Pesaro Urbino, 631 a Macerata, 1.017 ad Ancona, 425 a Fermo e 157 da fuori regione. Purtroppo oggi si registra anche una vittima che fa salire il totale a 3.702 morti. Sono 249 i pazienti assistiti negli ospedali  (+1) e 50 (+11) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 10 pazienti (+1), sono 60 (+1) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 179 (-1) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l'occupazione dei posti letto in area medica al 23,4%. Bollettino Marche

Abruzzo

Altri 3.171 nuovi casi di Coronavirus registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 310.256. Il tasso di positività è al 15.17 per cento Tre i decessi correlati al virus: una 86enne della provincia di Teramo, un 95enne della provincia dell'Aquila e un altra vittima dei giorni scorsi che è stato comunicato solo oggi dalla Asl. Il totale dei morti sale a 3.083. Sono 285 (-1 rispetto a ieri) i pazienti ricoverati in ospedale in area medica e 16 (gli stessi di ieri) in terapia intensiva. Altre 37.888 persone (+2359 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare.

Emilia Romagna 

Sono 3.039 i nuovi casi di positività al Coronavirus individuati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore, quando si contano anche dieci morti, tutti sopra gli 80 anni. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è il 11,1%. I ricoveri sono sostanzialmente stabili. I pazienti attualmente ricoverati in terapia intensiva sono 40 (uno in più di ieri), mentre negli altri reparti Covid ci sono 1.084 pazienti, lo stesso numero di ieri quando era stato erroneamente conteggiato un paziente in più. Bollettino Emilia-Romagna

Sardegna

Sono 2.951 i nuovi casi registrati oggi in Sardegna (di cui 2596 diagnosticati da antigenico). I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 23 ( +2). I pazienti ricoverati in area medica sono 325 (+3). Si registrano sfortunatamente altri 10 decessi: una donna di 85 anni e quattro uomini di 73, 81, 88 e 91, residenti nella Città Metropolitana di Cagliari; una donna di 93 anni e un uomo di 78, residenti nella provincia del Sud Sardegna, due donne di 95 e 98 anni e un uomo di 95, residenti nella provincia di Oristano.

Liguria

Sono 2.290 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati nell'ultimo bollettino diffuso da Regione Liguria, a fronte di 3.328 tamponi molecolari e 12.401 antigenici rapidi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul fronte ricoveri, negli ospedali liguri ci sono 271 pazienti Covid, 5 in più di ieri. Di questi, 8 sono in terapia intensiva: uno di loro non è vaccinato. Il report registra 4 nuovi decessi: le vittime del virus, da inizio emergenza, salgono a 5191.

Friuli Venezia Giulia

Sono 1.502 i nuovi casi registrati oggi in Friuli Venezia Giulia, 285 rilevati su 4.794 tamponi molecolari, con una percentuale di positività del 5,94%. I casi intercettati sui 10.304 test rapidi antigenici sono 1.217 (11,81%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 7, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 132. Nella giornata odierna si registra il decesso di una donna di 96 anni di Monfalcone (deceduta in ospedale), una donna di 91 anni di Trieste (deceduta in una Rsa), una donna di 88 di Aiello del Friuli (deceduta in una Rsa), una donna di 82 anni di Trieste (deceduta in ospedale), un uomo di 73 anni di Aiello del Friuli (deceduto in una Rsa), un uomo di 71 anni di Socchieve (deceduto in casa) e, infine, una donna di 60 anni di Trieste (deceduta in ospedale).

Le altre regioni

Secondo il bollettino del Ministero, in Basilicata si contano oggi 1.199 contagi (1.210 nel report regionale) e tre morti. In Alto Adige 1.061 (1.047 nel report dell'azienda sanitaria) e due morti. I pazienti covid ricoverati in ospedale sono in leggero calo: 68 nei normali reparti (ieri erano 5 in più) e 3 in terapia intensiva. Il Molise segnala 319 nuovi contagi. Nessun decesso e 625 nuovi casi in Trentino. Nessun decesso e 94 nuove infezioni in Valle d'Aosta.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?