22 mar 2022

Covid in Italia: impennata dei contagi. Bollettino del 22 marzo e dati dalle regioni

I nuovi casi sono 96.365, i morti 197. Ricoveri + 241, lieve calo delle terapie intensive (-8). Puglia +12.007, Lazio +11.172, Campania +10.788,  Veneto +8.355. Agenas: ricoveri in crescita in 14 regioni

Roma, 22 marzo 2022 - Balzo dei contagi di Covid in Italia, mai così tanti dall'8 febbraio. Lo evidenzia il bollettino del ministero della Salute (qui i numeri del 21 marzo), da cui emerge anche un incremento della pressione sugli ospedali per quanto riguarda i ricoveri ordinari. Secondo l'Oms, diversi Paesi europei, inclusa l'Italia, hanno revocato troppo "brutalmente" le loro misure anti Coronavirus e si trovano adesso di fronte ad un forte aumento dei casi legati alla sub variante BA2 di Omicron. E il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) avverte che "la pandemia non è finita". "La buona notizia è che il tasso di mortalità continua a calare, ciononostante si tratta sempre di 6mila morti di Covid alla settimana nell'Unione europea", ha dichiatao la direttrice Andrea Ammon nell'audizione alla commissione Salute pubblica del Parlamento europeo. "Prevediamo che altre varianti continueranno ad emergere e che il Sars-CoV-2 imporrà periodicamente oneri significativi ai sistemi sanitari", ha aggiunto.

Omicron 2, Austria ci ripensa: tornano alcune restrizioni. Oms: "Aperture brutali"

Vaccino Covid: chi dovrà fare la quarta dose? Prima riunione del Cts dell'Aifa

Bollettino Covid: i dati del 22 marzo 2022
Bollettino Covid: i dati del 22 marzo 2022

Sommario

Sul fronte dei ricoveri l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) segnala un'occupazione al 13% dei posti letto nei reparti di area non critica degli ospedali, una media stabile ormai dall'8 marzo. Tuttavia, nelle ultime 24 ore, si registra una crescita in ben 14 regioni, con una punta massima in Calabria al 34%. A livello nazionale, emerge ancora dai dati, lo stesso giorno di un anno fa la percentuale media di occupazione era del 42%.

La regione che registra l'incremento maggiore, 3 punti percentuali in più 24 ore, è la Basilicata che raggiunge così il 28%; aumento di 2 punti percentuali invece in Calabria (34%), Marche (21%), provincia autonoma di Bolzano (12%), provincia autonoma di Trento (8%), Umbria (30%) e Valle d'Aosta (12%); aumentano di 1 punto il Friuli Venezia Giulia (11%), il Lazio (17%), la Lombardia (9%), la Puglia (20%), la Sardegna (21%), la Sicilia (24%) e la Toscana (15%).  Occupazione dei posti letto in calo invece di 1 punto percentuale in Campania (al 14%) e in Piemonte (all'8%), mentre le altre regioni restano tutte stabili nelle 24 ore.

Covid dopo la terza dose: sintomi, incubazione e quanto dura Omicron

Il bollettino Covid del 22 marzo

I nuovi casi Covid sono 96.365, mai così tanti dall'8 febbraio scorso quando erano stati 101.864. Martedì scorso erano stati 85.288, un aumento, quindi, su base settimanale del 13%. I tamponi processati sono 641.896 (ieri 218.216, con un tasso di positività che passa dal 14,9% al 15%. I decessi sono 197 (ieri 119), che portano il numero delle vittime totali a 158.101. Le terapie intensive sono 8 in meno (ieri -4), con 47 ingressi del giorno, e scendono a 455. Aumentano invece nettamente i ricoveri ordinari: 241 in più (ieri +298) e sono 8.969 in tutto. 

La regione con il maggior numero di casi di oggi è la Puglia con 12.007 contagi, seguita da Lombardia (+11.378), Lazio (+11.172), Campania (+10.788), Veneto (+8.355), Toscana (+6.778) e Sicilia (+6.726). I casi totali arrivano a 13.992.092. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 71.380 (ieri 30.870) per un totale che sale a 12.633.384. Ancora in aumento gli attualmente positivi, 25.327 in più (ieri +2.456), e salgono a 1.200.607. Di questi 1.191.183 pazienti sono in isolamento domiciliare. 

Puglia

In Puglia si registrano 12.007 nuovi casi di contagi Covid su 56.169 test giornalieri (positività al 21,3% dal 15% di ieri) e 13 morti (ieri 4). In provincia di Bari sono stati individuati 3.669 casi, nella provincia Barletta-Andria-Trani 843, in provincia di Brindisi 1.073, in quella di Foggia 1.534, in quella di Lecce 3.339, in provincia di Taranto 1.403. Sono residenti fuori regione 95 contagiati mentre per altri 51 casi la provincia è in via di definizione. Delle 107.952 persone attualmente positive 620 sono ricoverate in area non critica (ieri 575) e 32 in terapia intensiva (ieri 26). 

Lombardia

Sono 11.378 i nuovi positivi (11,8%) in Lombardia, dove nelle ultime 24 ore sono stati processati 95.788 tamponi. I ricoverati in terapia intensiva sono 45 (-7). I ricoverati non in terapia intensiva sono 934 (+30). Si registrano 17 nuovi decessi, che portano il totale a 39.092. I nuovi casi per provincia sono così suddivisi: Milano: 3.988 di cui 1.844 a Milano città; Bergamo: 677; Brescia: 1.386; Como: 721; Cremona: 393; Lecco: 536; Lodi: 159; Mantova: 511; Monza e Brianza: 957; Pavia: 529; Sondrio: 150; Varese: 985.

Lazio

Nel Lazio si registrano 11.172 nuovi positivi (+6.767) a fronte di 82.573 tamponi (13.314 molecolari e 69.219 antigenici). Il rapporto tra positivi e tamponi è al 13,5%. I decessi sono 14 (come ieri), 1.081 i ricoverati (+12), 72 le terapie intensive (-4) e +7.138 i guariti. I casi a Roma città sono a quota 5.091. Sono 108.949 le persone attualmente positivi, di cui 107.796 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 1.091.029 e i morti 10.671 su un totale di 1.210.649 casi esaminati.

Campania

Sono 10.788 i nuovi casi in Campania, di cui 9.442 positivi all'antigenico e 1.346 al molecolare. I test processati sono 57.006, 45.144 dei quali antigenici e 11.862 molecolari. I decessi sono 9 nelle ultime 48 ore; 15 i deceduti nel periodo che va dal primo febbraio al 19 marzo registrati ieri. Dei 610 posti letto di terapia intensiva disponibili, ne sono occupati 35; dei 3.160 posti letto di degenza disponibili, compresi quelli da privati, ne sono occupati 615. 

Veneto

Nuova impennata di casi di Covid-19 in Veneto nelle ultime 24 ore, con 8.355 nuovi contagi, che portano il totale da inizio pandemia a 1.429.938. Si tratta di un dato che rispecchia - in aumento - l'andamento di martedì scorso (oltre 7.000 casi), ma conferma l'aumento della curva dei contagi in corso. Il bollettino regionale segnala 17 decessi, con il totale a 14.062. In rialzo anche gli attuali positivi, 68.136 (+1.835). Negli ospedali sono risaliti (+27) i ricoveri in area medica, che sono 743, mentre scendono a 53 (-4) quelli in terapia intensiva. 

Toscana

In Toscana sono 6.778 nuovi casi, su 8.140 tamponi molecolari e 34.380 antigenici rapidi, 20 i morti e 5.244 guariti. Il tasso di positività raggiunge il 15,9% sul totale dei test e il 67,1% in relazione ai nuovi soggetti controllati, mentre torna ad aumentare la pressione ospedaliera. I ricoverati nelle aree Covid sono oggi 790 (+21 in un giorno), di cui però 33 in terapia intensiva (dato invariato). Dall'inizio dell'emergenza si contano 940.354 contagi, 886.414 guarigioni e 9.365 decessi. Sul versante delle quarantene oggi viene registrato un incremento a quattro cifre. I dati raccolti dalle aziende sanitarie certificano la presenza di 43.785 asintomatici e malati lievi in isolamento domiciliare (+1.493) e 5.556 persone in sorveglianza attiva (-86).

Sicilia

I nuovi positivi in Sicilia sono 6.726 (ieri erano 2.798) a fronte di 36.163 tamponi processati, dato che porta il tasso di positività al 18,6%. In regione oggi si registrano 30 decessi (ieri erano 8). I guariti sono 8.271 e gli attualmente positivi registrano un decremento di 700 unità attestandosi su un numero totale di 237.789. Il numero dei ricoveri nei reparti ordinari è di 946, sono 59 i ricoveri in terapia intensiva con 6 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare ci sono 236.784 persone. 

Calabria

Le persone risultate positive al Coronavirus in Calabria sono 3.994 (su 13.752 tamponi effettuati), che portano il totale dall'inizia della pandemia a 270.331. Nove i decessi (2.234 il totale). Il bollettino regionale registra +1.597 attualmente positivi per un totale di 66.165, +5 ricoveri (per un totale di 377) e +1 terapie intensive (per un totale di 13) gli isolati a domicilio 65.775 (+1.591). I guariti sono 2.388.

Marche

Continua nelle Marche la fase di crescita del tasso cumulativo di incidenza, arrivato a 1.178,82 su 100mila abitanti (ieri era 1.162,71), con 3.513 positivi rilevati nelle 24 ore. La provincia di Ancona da sola totalizza 1.001 contagi, seguita da Macerata con 695, Pesaro Urbino con 585, Ascoli Piceno con 582, Fermo con 525, oltre a 125 casi di fuori regione. I 3.513 nuovi casi rappresentano il 44,1% dei 7.968 tamponi del percorso diagnostico su 9.953 tamponi totali. Sono complessivamente 220 (+2) i pazienti assistiti negli ospedali e 33 (+2) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 6 pazienti (+1) e il tasso di occupazione dei posti letto e' al 2,3%; sono 63 (-5) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 151 (+6) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l'occupazione dei posti letto in area medica al 20,9%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 3 vittime, che portano il bilancio a 3.677 morti.

Piemonte

In Piemonte sono 3.345 nuovi casi di Covid-19, pari all'9,2% di 36.416 tamponi eseguiti, di cui 31.420 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa così 1.029.078. I ricoverati in terapia intensiva sono 23, invariati rispetto a ieri. I ricoverati non in terapia intensiva sono 568 (-5 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 48.736. I tamponi diagnostici finora processati sono 16.269.455 (+ 36.416 rispetto a ieri). Sono 5, nessuno di oggi, i decessi, che portano il totale a 13.166. I pazienti guariti diventano complessivamente 966.585 (+2.751 rispetto a ieri).

Sardegna

In Sardegna sono 3.131 i nuovi casi confermati di positività al Covid, di cui 2.754 diagnosticati con test antigenico. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 16.675 tamponi. Si registrano altri 8 morti. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 19, tre in meno rispetto a ieri, mentre quelli in area medica sono 330, due in meno. Sono 29.118 le persone in isolamento domiciliare, 518 in più di ieri. 

Emilia Romagna

Sono 2.758 i positivi individuati in Emilia Romagna su un totale di 25.585 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (11.800 molecolari e 13.785 test antigenici rapidi). Complessivamente il tasso di positività è del 10,8%. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive sono 53 (uno in più rispetto a ieri, +1,9%), mentre quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 950 (+36 rispetto a ieri, +3,9%). I casi attivi sono 39.853 (+ 753), di cui 38.850 (+716) in isolamento a casa. Le persone complessivamente guarite sono 1.993 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 1.188.330.  Si registrano anche 12 decessi.

Le altre regioni

L'Abruzzo registra 2.904 casi (di età compresa tra 3 mesi e 103 anni) e cinque decessi, mentre gli attualmente positivi sono 41.238 (+2129 rispetto a ieri). In Umbria i nuovi casi sono 2.474, i ricoverati 196 (4 in terapia intensiva), i guariti 2.399 e si registra anche un decesso. La Liguria registra 2.262 nuovi positivi di Coronavirus e altri 5 decessi. In Friuli Venezia Giulia sono 1.433 i casi individuati (255 su 4.909 tamponi molecolari, 1.178 su 9.843 i test rapidi antigenici) e cinque i decessi. La Basilicata segna invece 1.286 i positivi, 651 guariti e tre decessi. In Molise si registrano 288 nuovi contagi e un decesso. L'Alto Adige registra segnala un balzo in avanti di tutti gli indicatori dello sviluppo della pandemia: 1.204 casi (mai così tanti dal 15 febbraio scorso), due decessi, +12 ricoveri in area medica (ora a quota 72) e +900 persone in quarantena o in isolamento domiciliare (7.140 il totale). Due morti anche in Trentino (1.536 da inizio pandemia), mentre i nuovi positivi sono 500. Una vittima viene segnalata anche dalla Valle d'Aosta, dove i positivi identificati nelle ultime 24 sono 89.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?