Lettini e ombrelloni in spiaggia a Rimini (Dire)
Lettini e ombrelloni in spiaggia a Rimini (Dire)

Roma, 13 aprile 2020 - Il governo studia l'anticipo della Fase 2. Si sta infatti lavorando all'ipotesi di far ripartire alcune attività prima della fine del lockdown, già dalla prossima settimana, partendo da alcune filiere nelle quali il lavoro si può con più rapidità riorganizzare in sicurezza. Tra le 'candidate' a riaprire i cancelli ci sarebbero le filiere della moda, l'automotive e della metallurgia. Al momento si tratterebbe solo di ipotesi, da valutare anche con le parti sociali.

Cosa si può fare e cosa riapre dal 14 aprile

"Quest'estate al mare"

C'è un'altra domanda che si fanno i cittadini italiani alle prese con l'emergenza Coronavirus. Si potrà andare al mare quest'estate? Secondo il sottosegretario del Mibact, Lorenza Bonaccorsi, la risposta è sì. "Ci stiamo lavorando - ha spiegato - dal punto di vista degli atti amministrativi necessari per gli stabilimenti, immaginando una serie di normative prese con il comitato tecnico scientifico, che contemplano l'ipotesi di un distanziamento".

Bonaccorsi ha quindi spiegato che sono allo studio misure per consentire lo sviluppo di un "turismo di prossimità" che favorisca i borghi rispetto alle aree più affollate. Il sottosegretario ha parlato anche di una "fase tre", sulla quale "cominciamo però da subito a lavorare", per il "riposizionamento strategico dal punto di vista del marketing e della comunicazione del nostro paese, che è sempre ai primi posti per il binomio gastronomia e cultura".

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19

Previsioni meteo, 'estate' in stand by. Giù anche di 8 gradi