Coronavirus, operatore sanitario in ospedale (Ansa)
Coronavirus, operatore sanitario in ospedale (Ansa)

Roma, 5 ottobre 2020 - Bollettino del Ministero della Salute sul Coronavirus in Italia, fondamentale anche in vista del nuovo Dpcm che il governo è pronto a varare per frenare la crescita dei contagi. I nuovi casi sono ancora più di 2.000, nonostante il basso numero di tamponi (60mila circa). I morti 16. Balzo di ricoveri e terapie intensive. Oggi è stato riattivato in Protezione Civile il Comitato operativo che ha affrontato i primi mesi dell'emergenza. Una prima riunione si è svolta questa mattina alla Protezione Civile, per fare il punto della situazione in merito alla pressione sugli ospedali e l'approvvigionamento di materiali. Durante il vertice non sarebbero emerse al momento particolari criticità. All'incontro hanno partecipato - alcuni in videoconferenza - il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, il Commissario per l'Emergenza, Domenico Arcuri, tecnici e assessori in rappresentanza delle varie regioni.

La deputata del Pd, Beatrice Lorenzin positiva al Covid

Il bollettino del 5 ottobre

Oggi 2.257 nuovi casi e 16 morti. Rapporto tamponi/contagi 3,7%. Ricoveri +200 (ora sono 3.487) e terapie intensive +20 (ora 323).

Dpcm, bar, ristoranti e proteste

Scatta il 'coprifuoco' per la movida in Campania, secondo quanto previsto da una ordinanza della Regione pubblicata sul Bollettino ufficiale. Nel testo si legge che "è fatto obbligo ai bar, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari di chiusura dell'attività dalle ore 23 alle ore 6 del giorno successivo, nei giorni da domenica a giovedì" e "dalle ore 24 alle ore 6 del giorno successivo, nei giorni di venerdì e sabato". Ristoranti, pizzerie ed altri esercizi della ristorazione (pub, vinerie, kebab e similari), devono prevedere l'ultimo ingresso dei clienti nonché degli avventori per asporto alle ore 23 per l'intera settimana. Le consegne a domicilio sono consentite senza limiti di orario.

Bozza Dpcm, chiusura anticipata: tremano bar e ristoranti

Nuovo Dpcm, Confcommercio: "Già perse 50mila imprese. E non fermerete la movida"

Le notizie locali / Campania

Sono 431 le persone risultate positive in Campania su 4.867 tamponi esaminati. È quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania. Si è registrato un decesso (il totale è pari 466 persone) mentre sono 121 le persone risultate guarite su un totale di 6.593. persone.

Lombardia

Sono 251 i nuovi positivi in Lombardia (di cui 44 'debolmente positivi' e 1 a seguito di test sierologico), a fronte di 8.075 tamponi effettuati per una percentuale pari al 3,1%. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano pubblicato dalla Regione Lombardia sull'andamento della pandemia. Due sono le persone decedute. I ricoveri segnano un +9, le terapie intensive +2.

Lazio

Rimane sostanzialmente invariato il numero dei nuovi positivi nel Lazio. "Su oltre 11mila tamponi oggi si registrano 248 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi casi erano stati 244 su quasi 12mila tamponi eseguiti. Dei 248 casi di oggi, precisa D'Amato, 105 sono a Roma. Cinque i decessi e 34 i guariti nelle ultime 24 ore.

Veneto

Sono 230 i nuovi positivi in Veneto: il totale arriva a 28.854 infetti dall'inizio dell'epidemia. Le vittime sono invariate a quota 2.194. Salgono di 4 i pazienti positivi attualmente in area non critica.

Toscana

Due morti in Toscana nell'ultima giornata: sono due uomini, uno nella provincia di Firenze, un altro in provincia di Pistoia. Il totale dei decessi di pazienti Covid sale a 1.168 dall'inizio della pandemia. Inoltre, nelle ultime 24 ore alla Regione Toscana risultano altri 185 nuovi casi positivi con età media 41 anni pertanto il totale va a 15.764 casi (+1,2%). Dieci nuovi casi tutti asintomatici sono di anziani in una Rsa a Greve in Chianti (Firenze). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 780.067, 5.314 in più rispetto a ieri.

Umbria, 19 nuovi positivi ma pochissimi tamponi

Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna sono stati registrati 167 in più rispetto a ieri, di cui 84 asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Registrato anche un decesso. Sul totale dei nuovi casi, 77 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 85 sono stati individuati nell'ambito di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 40 anni. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Piacenza (43), Modena (25), Bologna e Parma (22), Reggio Emilia (14), Ravenna (12) e 10 a Forlì.

Sardegna

Sono 88 i nuovi casi di positività in Sardegna, 57 rilevati attraverso attività di screening e 31 da sospetto diagnostico. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale resta invariato il numero delle vittime, in quanto non è stata inserita la 157/a vittima, un'anziana di 77 anni, con alcune malattie pregresse, morta all'ospedale San Francesco di Nuoro.

Puglia

Sono 83 i casi positivi oggi in Puglia, in calo rispetto a ieri quando erano stati 111 ma c'è stato un crollo del numero di test. Oggi 1417 e ieri 3486. E' stato registrato un decesso, in provincia di Taranto mentre ieri non si erano verificati morti dovuti al coronavirus. Il totale è di 599. Lo rende noto la Regione nel suo bollettino epidemiologico quotidiano stilato sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Degli 83 casi positivi, 29 sono in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 25 nella provincia Bat, 27 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto (due casi di ieri di provincia non attribuita sono stati attribuiti oggi). D

Marche

Sono 22 i positivi nelle Marche nelle ultime 24 ore nel percorso nuove diagnosi: sette in provincia di Fermo, sei in provincia di Ascoli Piceno, quattro in provincia di Ancona, tre in provincia di Macerata, uno in provincia di Pesaro Urbino e uno fuori regione. Nell'ultima giornata testati 716 tamponi: 449 nel percorso nuove diagnosi e 267 nel percorso guariti. I nuovi casi di contagio comprendono sei soggetti sintomatici.

Francia, Parigi in semi-lockdown. Chiudono i bar, restrizioni per i ristoranti