• Primo giorno di lavoro per l’ingegner Lorenzo Sassi al reparto corse Mercedes. Meno di un anno fa era il responsabile della power Unit del Cavallino.
    La storia la conoscete e non ci torno sopra.
    Segnalo la cosa come atto di omaggio nei confronti di un professionista che stimo.
    Dopo di che, continuando a rosicare anche a futura memoria, già immagino la scena.
    Mercedes vince un Gran Premio e manda sul palco delle celebrazioni proprio Sassi (che il mare di Maranello ha consumato).
    Lo hanno già fatto, con Aldo Costa e James Allison.
    Figuriamoci se Toto Wolff non concede il tris!
    Informo anche, sul tema delle strategie che tanto appassiona i miei amici e le mie amiche qua sotto, che in Mercedes pensano di aver perso tre gare su tre in ragione di altrettanti errori commessi al muretto, tra virtual di Melbourne, tipo di gomma a Sakhir e mancato pit stop da safety con almeno una macchina a Shanghai.
    Potrebbe anche essere vero e comunque Sassi non si occuperà di queste cose.