Breve verifica del nostro giochetto Drivers in The family post Imola
Hamilton-Bottas 2-0. A parte il botto con il successore presunto Russell, per ora il maggiordomo finnico pare preda della sindrome servo della gleba. Con possibili ricadute sulle eterne pretese Mercedes in doppia chiave iridata (rivedere 2017 e 2018, please).
VERSTAPPEN-PEREZ 2-0. Il messicano ha sprecato la chance di Imola, ma contro questo Max credo sarebbe una sofferenza per chiunque…
Leclerc-Sainz 2-0. Attenzione, però. Qui incide molto il diverso rendimento in qualifica. In gara non si sono notate enormi differenze tra i due ferraristi.
Alonso-Ocon 1-1. Qui il dato è abbastanza clamoroso, a meno di non avviare una riabilitazione del numero 2. Quell’ “Ocon is Fastest than you”, declamato via radio dal muretto Alpine, aveva un po’ il sapore della nemesi.
Norris-Ricciardo 2-0. Sono sorpreso? Sì e non poco. Sono un estimatore dell’oriundo da tempo immemore. Occhio che Lando sta manifestando un talento francamente stupefacente. Forse per l’australiano sarà più dura del previsto.
Stroll-Vettel 2-0. Per ora la situazione è chiarissima. Seb va sotto al sabato e pure alla domenica. Sicuramente in Aston Martin stavolta hanno copiato male ma il quattro volte campione del mondo sembra, a sua volta, la brutta copia di quello che fu.
Gasly-Tsunoda 2-0. Tra banzai e arigato, il giap fin qui si è proposto in modalità banzai. Anche il vincitore dell’ultima Monza non è stato perfetto, ma per ora è in vantaggio.
KIMI-GIOVINAZZI 1-1. Fin qui il team Alfa ha salomonicamente provveduto a danneggiare entrambi. A livello di pura Guida, forse è il confronto più equilibrato.
SCHUMI-MAZEPIN 2-0. Derby dei poveri, tipo Leonzio-Akragas o Como-Lecco. Apprendistato durissimo per entrambi.
RUSSELL LATIFI 2-0. Tanto, che te lo dico a fare ?