Hamilton versione tassinaro mi mancava.
Non accadeva dal 2013.
E a -32 deve fare decisamente freddo, se ho fatto bene i conti.
Verstappen non sta sprecando l’occasione.
Silverstone bivio decisivo.
Norris è un grande.
Lo schianto finale Vettel-Raikkonen deve essere uscito dalla sceneggiatura di Reuma Park, un filmetto di Aldo, Giovanni e Giacomo.
Ferrari.
Questo siamo, questo passa il convento.
Orate, fratres.
Oremus.
Sainz, molto solido, per la terza volta di seguito davanti a Leclerc sotto la bandiera.
Ma è dipeso da Perez.
Binotto ha detto che nemmeno il terzo posto tra i costruttori è un obiettivo, perché si lavora per il 2022.
Mistero della fede (non Pellegrini e nemmeno Masolin)