Ricordate sempre l’Inter tragicomica di Sassuolo? Ricordate sempre il mio post di quel giorno…
Vi spiego perchè sta nascendo una Grande Inter? 😉

Eccoci ancora qui. Terza vittoria di fila. Veloce arrampicata in classifica.
Partita per tanti versi simile a quella col Celtic in Coppa: prima dominata – con un calcio finalmente veloce, dinamico, elegante, spettacolare – poi raffazzonata, sudata, tra sbandate, lisci e un black out.
La strada, come diciamo da settimane, è quella giusta.

Vediamo allora un po’ i singoli, con il PagellINTER

Carrizo 6,5
Un paio di uscite alte parrocchiali, ma anche solidità tra i pali. Inattaccabile sulla bordata di Longo. PRESENTE.

Santon 6,5
Nel primo tempo fa annaspare Dessena, scavallando fino al fondo e sfornando Babà per gli attaccanti, nel secondo tempo rifiata, stando sempre sul pezzo. CAVALLONE.

Vidic 6,5
Mancini, a furor di popolo, lascia capitan Ranocchia a bagnomaria. Vidic si scrolla di dosso le ragnatele e smazza lavoro sporco da par suo. Un solo svarione, per fortuna innocuo. SOLIDO.

Juan Jesus 6
Mpoku è cliente da una “aspirina” dopo l’altra. Longo entra con la cattiveria giusta. Il nostro JJ, pur cambiando partner e avversari, s’arrangia col suo fisico bestiale e una indubbia velocità. INTOCCABILE.

Campagnaro 5,5
Se la cava con l’esperienza e la grinta. E’ un po’ il punto debole della squadra. MODESTO.

Medel 7
Chi afferma che ha piedi sformati non c’ha capito di accidenti. E lo dimostra con il cronometrissimo assist per la rete di Icardi. Non solo sagacia tattica, polmoni e denti digrignati. PERNO

Brozovic 6
Un passo indietro rispetto all’inizio pazzesco. Nel primo tempo, quando la squadra va a meraviglia, lui perde tempi e misure. Potrebbe segnare su assist di Santon ma fa il timido. Comunque, si sente. (IN)CERTEZZA.

Guarin 7
Pasta di capitano. E’ lui che ha preso in mano e trascinato l’Inter in questo periodo. Meno farfallone del passato: tutta sostanza e qualità. LEADER.

Kovacic 7
Chi lo mette in discussione è meglio che si dia all’ippica. E’ baciato da un talento altissimo, chiarissimo, purissimo. Il gol è un sorso d’acqua fresca. Una palla in rete e due palle così, finalmente, per zittire col ditino i criticoni. TOP PLAYER

Podolski 6
Sufficiente. Eppure è la sua migliore prestazione da quando è arrivato. Si divora tre gol, è vero, ma come sanno gli allenatori più navigati il fatto che ci sia, in quelle tre occasioni, vuol dire che sta recuperando condizione. Appena si sblocca, potrà far male (agli avversari). IN ASCESA

Icardi 8
Troppo? Macchè. Fa una partita del tutto inusuale, per lui. Perchè partecipa al gioco come mai prima. Lotta, difende palla, fa sponda, allarga gli orizzonti a 360 gradi, e fa un assist enorme per Podolski. E poi quel gol alla Milito. CRACK

Mancini 7,5
Lui sa come si fa. FUORICLASSE.

E tu, interista o no, che Inter hai visto? Io penso che un po’ di squadra sopra iniziano a tremare….
Beh, non tremate: rassegnatevi. La freccia dei sorpassi è inserita e lo rimarrà a lungo.

alessandro.crisafulli@ilgiorno.net
@pedateepalloni