Lunedì 15 Luglio 2024

Turismo, Eitch Borromini: le nuove proposte dell'ospitalità di lusso

Milano, 10 lug. (askanews) - Incastonato nel centro storico di Roma, con un affaccio su piazza Navona, L'Eitch Borromini - una delle dimore storiche della Capitale che si sviluppa all'interno del Collegio Innocenziano nella più ampia cornice di Palazzo Pamphilj - consolida oggi il suo posizionamento nella fascia alta del mercato dell'ospitalità arricchendosi con due suite-SPA. "Tra le iniziative che Eitch Borromini sta mettendo in campo c'è una ristrutturazione che comprende la realizzazione di due suite-SPA. Sono spazi posti al quarto piano, che abbiamo dedicato ad una 'area benessere' - conferma Alex Zarfati, amministratore delegato del Gruppo Eitch Collection, raccontando le motivazioni che hanno portato a questa proposta - Eitch Borromini nel segmento lusso si rivolge a diversi tipi di mercato: c'è il mercato business e quello leisure. E una quota del mercato leisure al quale ci rivolgiamo necessità di una attenzione particolare, di un 'extra mile', di un qualcosa in più. Con la creazione delle suite-SPA abbiamo quindi dedicato la nostra attenzione ad una esigenza nascente espressa dalla nostra clientela". Le suite-Spa, generose negli spazi e nel numero di ambienti attrezzati con dotazioni di ultima generazione, vanno così a incrementare le caratteristiche esclusive della struttura seicentesca progettata da Borromini e che conserva ancora i suoi gioielli e le sue opere d'arte tra cui la biblioteca privata dei Pamphilj. "L'offerta di Eitch Borromini spazia da camere e suite che hanno spazi estremamente generosi, a camere e suite che hanno una vista privilegiata su una delle piazze più belle della città di Roma, piazza Navona; a suite che hanno specifiche particolarità, come quella con i meccanismi che muovono l'orologio della piazza - prosegue Zarfati - O ancora le ultime nate, le suite-SPA appunto, che hanno idromassaggio, una Steam Room in collaborazione con STARPOOL che danno la possibilità di offrire sempre qualcosa in più rispetto a quelle che sono già le generose dotazioni delle camere. Completa l'idea di ospitalità che abbiamo all'Eitch Borromini il fatto che l'arredo e il modo stesso di poter vivere la camera sia completamente personalizzato" Malgrado la posizione consolidata che detiene Roma quale destinazione tra le più richieste dal mercato di fascia alta, l'ospitalità di eccellenza deve mantenere una guardia sempre alta continuando ad investire e a innovare per soddisfare una clientela estremamente esigente e in un contesto di mercato comunque in continuo mutamento. "L'andamento del mercato quest'anno è un po' diverso da quello dello scorso anno. Le presenze sono numerose, ma è sensibile il cambiamento, anche a quanto condiviso dagli altri operatori - conclude l'amministratore delegato del Gruppo Eitch Collection - Devo dire però che per noi all'Eitch Borromini, anche grazie agli investimenti fatti nell'ultimo anno, e al perfezionamento di alcune camere, è stata registrata una risposta piuttosto positiva. I livelli di occupazione sono abbastanza alti e anche il prezzo medie delle camere è soddisfacente. Quindi a fronte delle scelte fatte, in termini di risposta da parte del pubblico siamo molto soddisfatti come gruppo". L'ingresso dell' Eitch Borromini è alle spalle di piazza Navona; la vista panoramica sulla Fontana dei Quattro Fiumi di Bernini e sullo skyline del centro di Roma,dalla cupola del Pantheon a quella di San Pietro, accompagna l'ospite in tutti gli ambienti. La stessa vista accomuna anche il Ristorante Terrazza Borromini, spazio ricavato al quarto piano nelle sale impreziosite dagli affreschi del Bernini, dove si trova la Galleria d'Arte Borromini, con tavoli anche all'aperto quasi sospesi sulla piazza. Al primo piano del palazzo si accede alla biblioteca privata dei Pamphilj. Le camere - di diversa tipologia, dalla singola con letto Queen Sizealla Suite Executive con terrazzino privato - sono tutte diverse una dall'altra, date le diverse destinazioni che il palazzo ha avuto nel corso dei secoli.