Giovedì 11 Luglio 2024

Sanità e IA, Mesit: fiducia 9 italiani su 10 su digitalizzazione

Roma 2 lug. (askanews) - "Dalla ricerca presentata dalla fondazione Mesit emerge l'importanza dell'intelligenza artificiale, rispetto non soltanto al miglioramento della qualità dei servizi sanitari, ma anche come strumento utilissimo sul tema dell'informazione sanitaria, che oggi sconta un gap importante nel nostro Paese. In particolare, i dati che siamo andati ad analizzare con questa survey digitale online evidenziano che circa 9 cittadini su 10 hanno fiducia e pongono grandi aspettative sul tema della digitalizzazione e sull'intelligenza artificiale come strumento per migliorare la qualità dei servizi sanitari, ma sorgono delle perplessità". Lo ha detto il presidente della Fondazione Mesit, Marco Trabucco Aurilio, a margine dell'evento "Talking Health, la Sanità del futuro tra comunicazione digitale, AI e innovazione tecnologica". "In particolare - ha spiegato - per circa il 23% degli interessati c'è un problema di affidabilità della diagnosi su un tema di non sostituibilità del medico e degli operatori sanitari in genere, circa la presa in carico globale del paziente. Un altro tema su cui fanno attenzione i cittadini è quello della tutela del dato e della privacy". "Infine, circa il 45% degli intervistati non farebbe affidamento su una diagnosi posta solo dall'intelligenza artificiale", ha concluso Trabucco Aurilio.