Martedì 23 Luglio 2024

Le accuse contro Gershkovich: per la procura russa "lavorava per la CIA"

Roma, 25 giu. (askanews) - Spionaggio militare e cospirazione: sono le accuse che il procuratore russo Mikael Ozdoev della regione di Sverdlovsk rivolge al giornalista americano del Wall Street Journal Evan Gershkovich, da oggi sotto processo a Ekaterinburg a 15 mesi dall'arresto. Ozdoev ha parlato ai giornalisti giunti a seguire il processo per quanto possibile (si svolge a porte chiuse). "La corte regionale di Sverdlovsk ha iniziato l'esame del caso penale contro Evan Gershkovich, un cittadino statunitense. È accusato di un reato secondo l'articolo 276 del codice penale della Federazione Russa, ovvero di spionaggio" ha detto Ozdoev. "L'inchiesta ha stabilito e documentato che il giornalista americano del Wall Street Journal Evan Gerskovich nel marzo 2023 su incarico della Cia ha raccolto informazioni segrete nel territorio della regione di Sverdlovsk sulle attività dell'industria della difesa per la produzione e la riparazione di equipaggiamenti militari. Le attività illegali di Gershkovich sono state effettuate con accurate misure di cospirazione. Le indagini preliminari sono state svolte dal Dipartimento investigativo dei Servizi di Sicurezza della Federazione Russa".