Venerdì 19 Luglio 2024

L'ayatollah Khamenei sollecita un'alta affluenza alle elezioni in Iran

Milano, 25 giu. (askanews) - La guida suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, ha chiesto un'"alta partecipazione" alle elezioni presidenziali di venerdì per sostituire Ebrahim Raisi, morto in un incidente di elicottero a maggio. "Sottolineiamo l'importanza di un'elevata partecipazione alle elezioni perché è l'orgoglio della Repubblica islamica", ha dichiarato l'ayatollah Khamenei in un discorso televisivo a tre giorni dal volto. "In ogni elezione in cui la partecipazione è stata scarsa, i nemici della Repubblica Islamica ci hanno denunciato". Nelle ultime elezioni presidenziali, nel 2021, il governo ha invalidato la candidatura di molti riformisti e moderati, permettendo a Ebrahim Raisi, espressione dei conservatori, di essere facilmente eletto e di succedere al presidente moderato Hassan Rohani. L'affluenza alle urne è stata solo del 49 per cento, il tasso più basso per un'elezione presidenziale dalla rivoluzione islamica del 1979. "Alcuni politici nel nostro paese pensano che dipenderanno da questa o quella potenza e che il paese non può progredire senza dipendere da una superpotenza. Alcuni la pensano così o immaginano che tutte le vie del progresso passino attraverso gli Stati Uniti." ha detto Khamenei. Le elezioni presidenziali iraniane sono seguite da vicino sulla scena internazionale, con Teheran che è un attore importante in Medio Oriente, sullo sfondo della guerra a Gaza e delle preoccupazioni per il suo programma nucleare.