Sabato 20 Luglio 2024

L'Antoniano di Bologna compie 70 anni: accoglienza e solidarietà

Bologna, 17 giu. (askanews) - L'Antoniano di Bologna ha compiuto 70 anni, nel nome dei valori francescani sulle cui basi è fondato: musica, arte, cultura, teatro e, soprattutto, solidarietà, Nel 1954, nella giornata di Sant'Antonio venivano inaugurati a Bologna la mensa per le persone in difficoltà e il cinema-teatro. Da allora sono stati oltre 3 milioni i pasti distribuiti da Antoniano, che non ha mai chiuso le porte della sua mensa ai bisognosi. "Noi - ha detto ad askanews Fra' Giampaolo Cavalli, direttore dell'Antoniano - siamo radicati su una storia dove c'è sempre stata la porta aperta, dove da sempre i frati, gli operatori, i volontari, hanno cercato di far sentire ognuno a casa sua senza troppe domande, senza troppe inquisizioni. E da oggi in avanti l'Antoniano vuole continuare a mantenere la porta aperta, vuole continuare a rispondere alle domande delle persone, soprattutto delle persone fragili e vuole continuare a raccontare parole e atteggiamenti che possano ispirare una vita sociale, un bene comune da costruire insieme, un futuro possibile che soprattutto abbia un denominatore che è quello di essere comunità, di essere famiglia, di sapere tutti, di appartenere all'unica famiglia umana". A partire dalla fine degli anni Cinquanta, alla distribuzione dei pasti e alle attività di carità e solidarietà si sono affiancate due nuove realtà che sono da allora legate a doppio filo alla storia e all'evoluzione di Antoniano: lo Zecchino d'Oro, nato nel 1959, e il Piccolo Coro dell'Antoniano, fondato nel 1963 da Mariele Ventre e dal 1995 diretto da Sabrina Simoni. Iniziative che hanno permesso di ampliare ulteriormente il raggio d'azione. "Antoniano non è solo Bologna - ha aggiunto Cavalli -. È anche 26 realtà sparse sul territorio italiano sostenute grazie alla notorietà dello Zecchino d'oro e in questi giorni attivo anche un SMS che permette di sostenere la rete delle mense di Operazione pane Bologna e le tante realtà sparse sul territorio italiano e il numero appunto è 45538. Questi ci aiuta a garantire tanti pasti per tutte queste mense". Per festeggiare l'anniversario è stata organizzata a Bologna una festa di strada, che ha mostrato come la solidarietà non ha confini e, soprattutto, come ci sia ancora uno spazio di comunità possibile anche tra i giovani, come dimostra il fatto che il numero più importante di volontari che si sono avvicinati negli ultimi anni all'Antonino sono ragazzi e ragazze tra i 19 e i 30 anni.