Giovedì 25 Luglio 2024

Integrazione ospedale-territorio, il nuovo modello organizzativo

Roma, 4 lug. (askanews) - È stato presentato a Roma, presso l'Aula Azeglio Ciampi di Villa Blanc, il progetto "Il paziente oncologico e l'integrazione ospedale-territorio - Il nuovo modello organizzativo" realizzato dalla Luiss Business School con il contributo non condizionante di Roche. L'iniziativa si inserisce all'interno del piano di attuazione del Regolamento per la definizione di modelli e standard per lo sviluppo dell'assistenza territoriale nell'ambito del Servizio sanitario nazionale attraverso gli strumenti messi a disposizione dalla Missione 6 del PNRR. L'obiettivo del progetto è rendere sempre più efficace il Sistema Sanitario Nazionale del Paese, garantendo equità di accesso alle cure e rafforzando la prevenzione e i servizi sul territorio, in particolare in ambito oncologico, adoperando metodologie di project management Agile e Lean per la realizzazione pratica delle linee guida deliberate dalla Regione Lazio sulla Rete Oncologica Regionale. Durante la presentazione del progetto sono state illustrate delle proposte di ottimizzazione delle varie fasi, dalla prevenzione fino alla cura passando per la presa in carico dei pazienti oncologici. Dai risultati emersi, è evidente l'intenzione di allestire un modello che avvicini, nella prevenzione e nella cura, i servizi sanitari ai pazienti attraverso una maggiore ramificazione territoriale delle prestazioni, grazie anche ad un avvicendamento con il percorso ospedaliero, e garantendo un approccio multidisciplinare che possa coinvolgere tutti gli attori del Patient Flow. Francesco Saverio Mennini, Direttore del Dipartimento della programmazione, dei dispositivi medici, del farmaco e delle politiche in favore del Servizio Sanitario Nazionale del Ministero della Salute, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a margine dell'evento: "Il modello che è stato presentato quest'oggi ricalca quanto stiamo svolgendo presso il Ministero della Salute. Condividiamo un modello che abbracci una visione orizzontale, anche per quanto riguarda l'assistenza e la presa in carico dei pazienti. I pazienti oncologici rappresentano un esempio paradigmatico di come si dovrebbe garantire un'adeguata ed efficiente presa in carico del paziente". Il modello presentato su misura per la Regione Lazio si pone l'obiettivo di divenire un progetto-pilota di successo ed un esempio per i servizi sanitari regionali.