Martedì 23 Luglio 2024

Biden sul dibattito: ero stanco per i viaggi. Harris: è il candidato

Washington, 3 lug. (askanews) - Al centro del dibattito americano c'è ancora Joe Biden e il suo confronto tv con Donald Trump di alcuni giorni fa. Il presidente degli Stati Uniti, durante una raccolta fondi per la campagna elettorale, ha cercato di giustificarsi, affermando che i lunghi viaggi internazionali nei giorni precedenti al dibattito, hanno contribuito alla sua scarsa performance. "Non è una scusa, ma una spiegazione", ha detto. Il presidente, 81 anni, ha aggiunto di essere "non molto furbo" e di aver viaggiato per il mondo, poco prima del confronto. Dalla Casa Bianca, intanto, la portavoce Karine Jean-Pierre ha precisato che il presidente non soffre di Alzheimer o demenza senile. "Il team medico ha detto che (il test cognitivo, ndr) non è giustificato in questo caso. Abbiamo presentato un rapporto annuale approfondito e trasparente sulla sua salute. Quindi hanno detto che non è giustificato, non è necessario. Capiamo, non stiamo sminuendo quello che avete visto voi, quello che ha visto tutto il popolo americano. Capiamo. È stata una brutta serata". Biden ha ribadito di essere l'uomo giusto per un nuovo mandato. E la vicepresidente Kamala Harris ha affermato: "Joe Biden è il nostro candidato. Abbiamo battuto Trump una volta e lo batteremo di nuovo. Punto". "Sono orgogliosa di essere la compagna di corsa di Joe Biden. Grazie". Intanto, la sentenza per il suo sfidante Donald Trump, nel processo a New York per i soldi alla pornostar Stormy Daniels, prevista per l'11 luglio, è stata posticipata al 18 settembre.