Giovedì 13 Giugno 2024

Siria, ong: raid di Israele uccide 12 miliziani vicino Aleppo

Colpita una fabbrica nella città nordoccidentale di Hayyan

Siria, ong: raid di Israele uccide 12 miliziani vicino Aleppo

Siria, ong: raid di Israele uccide 12 miliziani vicino Aleppo

Almeno 12 combattenti filo-regime sono stati uccisi stanotte in un attacco israeliano che ha colpito una fabbrica della città siriana nordoccidentale di Hayyan, vicino ad Aleppo: lo afferma l'Osservatorio siriano per i diritti umani, ong con sede nel Regno Unito. "Dodici combattenti filo-iraniani di nazionalità siriana e straniera sono stati uccisi, secondo un primo rapporto, in un attacco aereo israeliano su una postazione nella città di Hayyan, a nord di Aleppo, provocando forti esplosioni in una fabbrica", ha indicato l'Osservatorio siriano per i diritti umani. In un comunicato il ministero della Difesa siriano ha precisato da parte sua che "dopo la mezzanotte il nemico israeliano ha lanciato un attacco aereo dal sudest di Aleppo, prendendo di mira alcune posizioni vicino" alla città: "l'aggressione ha causato diversi martiri e danni materiali", viene aggiunto. Dall'inizio della guerra civile in Siria nel 2011, Israele ha effettuato centinaia di attacchi contro l'esercito del regime di Bashar al-Assad e i gruppi filoiraniani ivi stabiliti e che lo sostengono. I raid israeliani in Siria si sono intensificati dall'inizio a ottobre della guerra tra lo Stato ebraico e il movimento islamista palestinese Hamas nella Striscia di Gaza. Mercoledì sera due attacchi israeliani hanno preso di mira una città costiera della Siria centrale uccidendo - secondo diverse fonti - una bambina e tre combattenti siriani del movimento sciita libanese Hezbollah, alleato di Damasco.