Sinner, Costanzo e Israele, il 2023 degli italiani su Google

In cima alle ricerche Berlusconi,ChatGpt e il film di Cortellesi

Sinner, Costanzo e Israele, il 2023 degli italiani su Google
Sinner, Costanzo e Israele, il 2023 degli italiani su Google

Il campione di tennis Jannik Sinner, la guerra in Israele e Gaza, gli addii a Maurizio Costanzo e Silvio Berlusconi, il significato di lutto nazionale, ChatGpt e il fim di Paola Cortellesi. E' quello che gli italiani hanno cercato di più su Google nel 2023, raccolto in una serie di classifiche del motore di ricerca: evidenziano i termini che hanno fatto registrare il maggiore incremento nelle ricerche nel corso dell'anno. Non manca Jannik Sinner. Il giovane talento del nostro tennis è primo tra i personaggi, seguito dal calciatore Lukaku, poi c'è l'evergreen Peppino di Capri e in ordine sparso da Marta Fascina, Elly Schlein e Andrea Giambruno. Tra i personaggi celebri che quest'anno sono venuti a mancare, gli italiani hanno cercato Maurizio Costanzo, Silvio Berlusconi, Matteo Messina Denaro, Toto Cutugno, Gianluca Vialli, Francesco Nuti, la scrittrice Michela Murgia e Gina Lollobrigida. La guerra in Medio Oriente, la Striscia di Gaza, Hamas e i Kibbutz, sono i termini che nel nostro paese guidano i 'perchè' e 'cos'è', insieme a ChatGpt, il popolare sofwtare che ha dato uno scossa all'intelligenza artificiale. Nella classifica dei 'cosa significa?' ai primi posti ci sono i termini lutto nazionale, transgender, Papa emerito, armocromista e anche Apayinye, una parola nata su TikTok che viene usata come risposta a chi non capisce una domanda. Tra i film che hanno fatto più tendenza nel nostro Paese ci sono Oppenheimer, Barbie e il campione d'incassi C'è ancora domani; Paola Cortellesi è anche nella lista delle attrici e attori più cercati insieme a Chiara Francini e Luisa Ranieri. Sulla scia di Sanremo, ai primi posti tra i cantanti ci sono Rosa Chemical, Fedez e Marco Mengoni (la sua canzone Due vite è anche la più gettonata tra i testi). Infine, le ricette più popolari tra gli italiani sono le lenticchie, i bigoli e lo scammaro, un piatto povero della cucina napoletana.