Venerdì 12 Luglio 2024

Signorini resta in carcere, rigettata istanza domiciliari

Per i giudici dovrà trovare un'altra soluzione abitativa

Signorini resta in carcere, rigettata istanza domiciliari

Signorini resta in carcere, rigettata istanza domiciliari

L'ex presidente del porto di Genova ed ex amministratore delegato di Iren Paolo Signorini resta al momento nel carcere di Marassi dove è recluso dal 7 maggio in seguito all'arresto nell'ambito dell'inchiesta della procura di Genova. Il tribunale del Riesame ha rigettato l'istanza presentata dagli avvocati Enrico e Mario Scopesi perché le soluzioni individuate per i domiciliari - un'abitazione a Genova messa a disposizione da una parente oppure ad Aosta dal fratello - non sono apparse ai giudici sufficientemente tranquillizzanti circa il rischio di inquinamento probatorio.