Polizia statale in Texas può arrestare e rimpatriare migranti

Il governatore repubblicano del Texas Greg Abbott ha firmato una legge che consente alla polizia statale di arrestare ed espellere migranti illegali. La legge, senza precedenti, crea le basi per uno scontro legale con il governo federale. L'Aclu minaccia di citare in giudizio Abbott.

Texas, polizia statale potrà arrestare ed espellere migranti

Texas, polizia statale potrà arrestare ed espellere migranti

In Texas viene imposto un pugno duro contro l'emergenza migranti al confine con il Messico. Il governatore repubblicano Greg Abbott ha firmato un disegno di legge che permetterà alla polizia statale di arrestare e rimpatriare le persone che entrano illegalmente negli Stati Uniti dal Messico. Tale iniziativa, senza precedenti, pone le basi per uno scontro legale con il governo federale, che di solito stabilisce e attua le leggi sull'immigrazione. Durante una cerimonia in live streaming a Brownsville, al confine tra USA e Messico, Abbott ha accusato il presidente Joe Biden di "non fare nulla per fermare l'immigrazione illegale". "L'inazione deliberata di Biden ha danneggiato l'America", ha affermato il governatore. Secondo lui, da quando Biden è entrato in carica nel gennaio 2021, circa otto milioni di persone hanno attraversato il confine clandestinamente. Abbott ha difeso la nuova legge come costituzionale e necessaria per "arrestare l'ondata di ingressi illegali in Texas", affermando che il suo Stato era stato lasciato a "badare a sé stesso". La legge, denominata Sb4, ha seminato ondate di paura in tutta la comunità ispanica del Texas, dove rappresenta il 40% della popolazione. Le organizzazioni per i diritti civili e i gruppi di difesa dell'immigrazione, tra cui l'American Civil Liberties Union (Aclu), avvertono che i poteri concessi alle forze dell'ordine porteranno alla profilazione razziale dei latinos, non solo al confine ma in tutto lo Stato. "E' una delle leggi anti-immigrazione più radicali mai approvate da qualsiasi Stato", ha commentato l'Aclu, minacciando di citare in giudizio Abbott.