Lunedì 15 Luglio 2024

Parigi, donna grida Allahu Akbar, polizia spara

Colpita all'addome, è in prognosi riservata. Non aveva esplosivi

La polizia ha aperto il fuoco contro una donna alla stazione Bibliothèque François-Mitterrand di Parigi. Secondo informazioni di Bfmtv, la donna, che era completamente velata, ha gridato 'Allahu akbar' ('Dio è il più grande') e "ha fatto minacce" ha riferito una fonte, aggiungendo che "la polizia ha sparato perché temeva per la sua sicurezza". La donna è stata ferita all'addome e portata in ospedale, dove sarebbe in prognosi riservata. Secondo Bfmtv, la principale rete allnews di Francia, la donna era stata segnalata da diverse persone presenti all'interno della stazione parigina. E, secondo le testimonianze fornite alla polizia, proferiva minacce. E' stata quindi isolata all'interno della stazione evacuata e chiusa al pubblico intorno alle 8:30. La polizia era stata allertata fin dalle stazioni di banlieue della Val de Marne, dove la donna aveva gridato minacce di morte sul treno, rivolta agli altri passeggeri. Una volta isolata, ha riferito la procura, la donna ha "rifiutato di obbedire alle ingiunzioni dei poliziotti, minacciando di farsi esplodere". Uno degli agenti ha allora "fatto uso, una sola volta, della sua arma da fuoco". Dai primi rilievi, non aveva alcun esplosivo con sé. Due inchieste sono state aperte, una affidata alla polizia per apologia di terrorismo e minacce di morte contro un pubblico ufficiale. L'altra per uso di arma da fuoco, affidata agli ispettori della vigilanza interna alla polizia.