Oltre 100 milioni nella morsa del gelo in Usa, 2 morti in Oregon

Oltre 100 milioni di americani sono colpiti da un'ondata di freddo estremo, con temperature che raggiungono i -51 gradi nel Montana. Il vento gelido rappresenta un rischio di congelamento e ipotermia.

Oltre 100 milioni nella morsa del gelo in Usa, 2 morti in Oregon

Oltre 100 milioni nella morsa del gelo in Usa, 2 morti in Oregon

Non solo in Iowa si sperimenta il gelo, dove oggi si svolgono i caucus repubblicani tra neve e vento artico: oltre 100 milioni di persone negli Stati Uniti sono attualmente afflitte dal freddo. Questo è il numero di americani che ieri hanno ricevuto un avviso di freddo a causa dell'"esplosione artica" che ha colpito gran parte del paese, portando neve anche nel sud e terribili raffiche di vento nel nordest, come segnalato dai meteorologi. A causa del vento, due persone sono state uccise in Oregon quando degli alberi sono caduti sulle loro case. Secondo il National Weather Service, sono state registrate temperature gelide che, con l'effetto del vento, hanno raggiunto una sensazione di -28 gradi in Arkansas, -22 gradi a Dallas e -51 gradi nel Montana. Rapid City, nel South Dakota, ha raggiunto il suo precedente record minimo di -30 gradi. Si prevede che le basse temperature colpiranno la maggior parte del paese per tutta la metà della settimana. "Queste temperature percepite rappresentano un rischio di congelamento per la pelle esposta e di ipotermia", ha affermato il servizio meteorologico nazionale, raccomandando di portare con sé un kit di sopravvivenza al freddo per coloro che devono necessariamente viaggiare.