Lunedì 15 Luglio 2024

Mosca minaccia lo scacchista Kasparov di accuse penali

'Rischia un procedimento per la legge degli agenti stranieri'

Mosca minaccia lo scacchista Kasparov di accuse penali

Mosca minaccia lo scacchista Kasparov di accuse penali

L'ex campione del mondo di scacchi Garry Kasparov, fuggito dalla Russia dieci anni fa per paura di persecuzioni, potrebbe affrontare un procedimento penale a Mosca per aver violato la legge del Cremlino sugli "agenti stranieri". Lo scrive la Tass. Le forze dell'ordine russe - ha riferito l'agenzia di stampa statale - hanno affermato che ci sono "tutte le ragioni" per incriminare Kasparov ai sensi dell'articolo 330.1 del codice penale della Federazione Russa, che riguarda gli "agenti stranieri". Il feroce critico del Cremlino potrebbe rischiare fino a due anni di prigione o una multa se il caso venisse avviato il procedimento, hanno detto i funzionari russi. Nel maggio 2022 la Russia ha aggiunto Kasparov all'elenco delle persone che agiscono come agenti stranieri, che comprende dozzine di critici di Vladimir Putin, subito dopo che il presidente russo ha lanciato la sua invasione su vasta scala dell'Ucraina. Secondo la legge, un agente straniero è una persona che riceve sostegno da Stati stranieri o è sotto influenza straniera ed è impegnata in attività politiche in Russia. La norma, ampiamente condannata dall'Unione Europea e da Washington, richiede che chiunque sia identificato come avente sostegno o influenza straniera si registri presso il ministero della Giustizia e si dichiari agente straniero.