Mattarella, il culto del capo è stato un virus micidiale

Il mondo è precipitato dentro una guerra funesta

Mattarella, il culto del capo è stato un virus micidiale

Mattarella, il culto del capo è stato un virus micidiale

"Le ideologie di superiorità razziale, la religione della morte e della guerra, il nazionalismo predatorio, la supremazia dello Stato, del partito, sul diritto inviolabile di ogni persona, il culto della personalità e del capo, sono stati virus micidiali, prodotti dall'uomo, che si sono diffusi rapidamente, contagiando gran parte d'Europa, scatenando istinti barbari e precipitando il mondo intero dentro una guerra funesta e rovinosa". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Quirinale, durante la celebrazione del "Giorno della Memoria" dal titolo "I Giusti tra le Nazioni".