Marito Harris contro rettrici sull'antisemitismo, inaccettabili

Emhoff: 'Mancanza di trasparenza morale'

Il marito della vice presidente americana, Kamala Harris, ha attaccato le tre rettrici di Harvard, Mit e Penn University per le loro frasi sull'antisemitismo. "La loro mancanza di trasparenza morale è inaccettabile", ha accusato Doug Emhoff nel corso di una cerimonia per l'inizio della festività ebraica dell'Hannukkah. Le presidenti dei tre prestigiosi college sono da giorni nella bufera per le loro risposte sugli attacchi anti-semiti nei campus ad una commissione della Camera. In particolare, la numero uno dell'Università della Pennsylvania, Liz Magill, ha detto che "invocare il genocidio degli ebrei", non è di per sé "una violenza", mentre la rettrice di Harvard, Claudine Gay, ha affermato: "Quando le parole si trasformano in azione, allora prendiamo provvedimenti". E quella del Massachusetts Institute of Technology Sally Kornbluth ha dichiarato che "quel tipo di linguaggio viene indagato come vessazione solo se pervasivo e grave". La Camera americana ha avviato un'indagine formale e da più parti sono arrivate le richieste di dimissioni delle rettrici.